Pronta la versione Test9 di Linux 2.6

Rilasciata una nuova versione del kernel di Linux 2.6, indirizzato ad applicazioni mission critical di fascia alta

28 ottobre 2003 Ieri l'Open Source
Development Lab
(Osdl) ha reso disponibile una versione test
del kernel Linux 2.6
.
In questo momento, dunque, Osdl sta chiamando
a raccolta utenti, sviluppatori e system provider perchè testino, validino e
migliorino la nuova versione, per ora denominata
Test9.
Tutto questo in attesa del rilascio della tecnologia
"finita", previsto per la fine dell'anno o al più tardi per l'inizio del
prossimo.
Il rilascio della prima beta del kernel 2.6 era avvenuto lo scorso
mese di luglio: il kernel includeva Api stabili, Posix e interfacce per i
thread. Da allora, il gruppo ha lavorato per apportare al kernel una serie di
miglioramenti in termini di performance, sia nei laboratori americani, sia in
quelli giapponesi.
Secondo le dichiarazioni dei portavoci dell'Odsl, l'arrivo
del nuovo kernel dovrebbe contribuire a diffondere Linux nell'ambito delle
grandi aziende, dal momento che è progettato per gestire applicazioni
mission critical di fascia alta
. Ed è dunque intenzione della community
arrivare a proporre con maggiore convinzione Linux come alternativa ai sistemi
legacy, anche perchè in questa nuove release Linux potrà scalare fino a
supportare processori a 32 bit e oltre e potrà supportare anche il downsizing
verso un numero sempre crescente di device consumer.
La nuova release include
un nuovo Cpu scheduler, una migliorata gestione della memoria e una
ottimizzazione della gestione dei device di I/O.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here