Pc Europa: la crescita dell’outsider

Da Gartner l’analisi sulla terza trimestrale dei pc in Europa Occidentale. I big player mantengono, fra alti e bassi, le posizioni. Ma qualcuno scala posizioni.

Nel terzo trimestre dell'anno, le consegne di pc nei mercati dell'Europa Occidentale hanno totalizzato 16,7 milioni di unità, in calo dello 0,3% rispetto al pari periodo dell'anno precedente.
A livello sequenziale, invece, la stagionalità gioca a favore del comparto, che dunque registra una crescita del 30% sul trimestre immediatamente precedente.

L'andamento non è omogeneo su tutti i mercati nazionali e per una Germania o una Francia che mostrano segnali di ripresa, il contraltare è rappresentato da una Spagna o dai Paesi del Nord Europa che ancora chiudono il quarter in negativo.

L'omogeneità si riscontra sulle dinamiche: ovunque i mercati professionali restano deboli, mentre le note positive continuano ad arrivare dal mondo consumer.
Ma è questa una omogeneità destinata a non durare a lungo: la ripresa della domanda da parte del mercato business non avverrà nello stesso momento né in egual misura in tutti i Paesi, e la cosa si farà evidente nei prossimi mesi.

Per quanto riguarda il mercato consumer, il volano è ancora rappresentato dai mini-notebook. Ottima opportunità per quei vendor che hanno preso l'onda in tempo, stipulando interessanti accordi di distribuzione con i canali telco, Per gli altri, quelli che ai netbook si sono accostati obtorto collo, o con scarsa convinzione, resta il timore che il successo di questi prodotti continui a penalizzare in misura eccessiva fatturati e utili.

La classifica dei fornitori vede al primo posto Acer, con 4,7 milioni di unità consegnate, in crescita del 21,3% anno su anno, e con una share del 28,3%.
Segue Hp, ferma a 3,5 milioni di macchine, con un incremento dell'1% rispetto al terzo trimestre dello scorso anno. La sua share è del 21,5%.
Perde pesantemente Dell, penalizzata dalla scarsa domanda del mondo business, che si attesta a 1,5 milioni di pezzi, pari a una share del 9,5%, con un declino del 19,7% anno su anno, mentre Asus, che sente l'incombere di altri player sul segmento netbook, cala dell'1,% a poco più di un milione di macchine.
Al quinto posto si posiziona Toshiba, in crescita del 3,5% a 960 milioni di unità.
Non compare nella classifica dei primi cinque player Samsung, che merita tuttavia una menzione con il suo +138% anno su anno. A Samsung Gartner riconosce inoltre particolare efficacia nell'incremento della brand awareness.

Per quanto riguarda le prospettive, Gartner accenna ottimismo: nel quarto trimestre i segnali di ripresa dovrebbero farsi più evidenti, per divenir più sostenuti nel corso del 2010.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here