LT170, un videoproiettore decisamente caratteristico

Realizzato da Nec, ha la forma di un parallelepipedo che si sviluppo in profondità anziché in larghezza. Basato sulla tecnologia Dlp, può essere montato anche su un treppiede

10 novembre 2003 Dopo avere presentato lo
scorso settembre il WT6000, un videoproiettore innovativo che basa il
funzionamento su specchi asferici, Nec torna a far parlare di
sé con un altro modello decisamente caratteristico. Si tratta del nuovo
LT170, il quale si differenzia in modo deciso da quello dei
videoproiettori tradizionali in virtù di un design decisamente caratteristico:
la forma è infatti quella di un parallelepipedo che si sviluppa in profondità
anziché in larghezza, con dimensioni (286 x 123 x 85 mm) e peso (1,8 Kg) molto
contenuti.


Questa nuovo look è volto a semplificare e ad ampliare le possibilità di
installazione e di posizionamento negli ambienti. Infatti, il proiettore LT170
può essere montato su un treppiede simile a quello di una macchina fotografica
ma anche appeso al muro ruotato di 180 gradi (in prati su può passare dalla
classica posizione landscape a quella portrait).


Basato sulla tecnologia Dlp, il nuovo videoproiettore si basa sulla
tecnologia Dlp, ha una risoluzione Xga, una luminosità di 1.500 Ansi Lumen e un
rapporto di contrasto 1000:1. Dispone inoltre di tre tipi di "function security"
(per la prevenzione dell'uso improprio, dell'uso illegale e del cambio
settaggio), corregge automaticamente il trapezio verticale e riduce il più
possibile il rumore di fondo del colore e il flickering dell'immagine. La
rumorosità minima è di 35 dB.


Il videoproiettore LT170 ha un prezzo di listino di 2.200 euro (Iva esclusa)
e ha una garanzia di tre anni, con sostituzione del prodotto in 48
ore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome