Nec elimina l’ottica dai videoproiettori

Il nuovo WT600 adotta un sistema di specchi asferici in grado di proiettare un’immagine di 100 pollici a una distanza di soli 65 cm dalla superficie usata come schermo

19 settembre 2003 Nec ha dato il via all'era dei
videoproiettori senza ottica. Il nuovo WT600 impiega infatti un sistema basato
su quattro specchi asferici che riflettono l'immagine prodotta da un chip DLP.
Il risultato ottenuto è davvero ragguardevole: ponendo il dispositivo a solo 5
cm dalla superficie usata come schermo si ottiene un'immagine di 40 pollici, si
arriva a 60 pollici se la distanza è 25 cm e si raggiungono i 100 pollici
posizionandosi a 65 cm.


Il nuovo WT600 di Nec, che è pensato per applicazioni professionali, offre
l'indubbio vantaggio di eliminare i classici problemi di posizionamento legati
ai videoproiettori. Inoltre, non necessita di supporto dedicato e non è nemmeno
necessario evitare di passarci davanti per non disturbare la visione. Il fatto
poi di avere un livello di rumore dell'ordine di 32 decibel ne riduce
notevolmente il fastidio anche nelle immediate vicinanze.


Entrando un po' nel dettaglio tecnico, il proiettore WT600 ha una risoluzione
1.024 x 768, una luminosità di 1.500 ANSI lumen e un contrasto di 3000:1. Il
peso di circa 6 chilogrammi. A prima vista sembrerebbe che l'unico difetto che
gli si può addurre sia il prezzo: 6.000 euro più Iva.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome