L’infrastruttura voce va veloce su piattaforma VoIp

E il supporto ai clienti ringrazia. Parola di Urmet Domus, che ha optato per una rete dati e fonia più efficiente e un contact center evoluto.

Quattro fasi, il supporto di un partner propositivo e l'implementazione di una tecnologia adatta a migrare l'intera infrastruttura voce di Urmet Domus su piattaforma Voice Over Ip. Intenzionata a rimettere mano all'infrastruttura di rete dei propri stabilimenti, l'azienda italiana appartenente al Gruppo Urmet attivo nella creazione delle infrastrutture di comunicazione, automazione e sicurezza degli edifici, ha implementato una rete di dati e fonia e un contact center evoluto per offrire supporto e assistenza sia ai propri installatori, che ai clienti.

Realizzato in diversi momenti, il progetto è stato suggerito e implementato da N.B. Service, business partner di Alcatel-Lucent, che ha inizialmente provveduto a rinnovare il parco switch della sede principale di Torino installando una serie di altri dispositivi per far convergere dati e voce sulla stessa tecnologia basata su Internet protocol anche in ciascuna delle sei sedi periferiche possedute da Urmet Domus.

Nella medesima ottica, l'azienda piemontese creata nel 1983 per promuovere prodotti e soluzioni in ambito networking e data communication, ha poi provveduto alla sostituzione del centralino Alcatel già in uso in Urmet con un nuovo dispositivo Alcatel-Lucent di classe enterprise a cui è stato  abbinato un contact center provvisto di tecnologia Ivr (Interactive voice response).

A questo punto, alla fine dello scorso anno, la quarta e ultima fase ha visto l'integrazione delle filiali e delle sedi periferiche per quanto riguarda l'ambito della fonia e del contact center che fornisce supporto evoluto per la rete dei già citati installatori e che, integrato nell'infrastruttura voce, ha permesso di portare a compimento la migrazione su piattaforma VoIp.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here