J.D. Edwards, primo trimestre 2002 in calo

La software house statunitense ha chiuso il primo trimestre dell’anno fiscale 2002 con perdite superiori a quelle stimate dagli analisti di First Call/Thomson Financial, ma lancia segnali di ottimismo per il prossimo futuro.

A dispetto della difficile situazione che
continua a permeare il mercato in generale, J.D. Edwards lancia - per bocca di
Bob Dutkowsky, nominato Ceo della società giusto il mese scorso - segnali di
ottimismo. Entro i prossimi due anni, il produttore di software specializzato in
ambito Erp e supply chain management intende, infatti, rilasciare sul mercato
una serie di nuove applicazioni.
E intanto, nel primo trimestre del nuovo
anno fiscale, la società di Denver, in Colorado, ha riportato vendite per 200,6
milioni di dollari, rispetto ai 217,7 milioni riportati in termini di fatturato
nel medesimo periodo dell'esercizio precedente. Le revenue nei servizi sono
salite a quota 156,6 milioni di dollari, rispetto ai 135 milioni fatturati nel
primo trimestre del 2001. Le entrate nette pro forma sono state di 3,7 milioni
di dollari, o tre centesimi diluiti per azione.
Ma includendo i costi di
ristrutturazione e d'acquisizione del vendor Crm Youcentric, le perdite
riportate da J.D. Edwards nel primo trimestre dell'anno fiscale 2002 hanno
raggiunto quota 4,1 milioni, o 4 centesimi per azione, rispetto al centesimo
previsto dagli analisti di First Call/Thomson
Financial.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here