In casa Symantec patto di ferro tra sicurezza e deduplica

Con i nuovi annunci diventa sempre più evidente l’interesse della casa di Mountain View a proporsi nel settore dell’ottimizzazione dell’utilizzo dello storage

Novità in casa Symantec. Backup Exec esce nella versione 2010, aggiornato a tutti i più recenti middleware e sistemi operativi incluso Windows 7, e promette un uso migliore dello storage, indipendentemente dal fornitore, grazie ad un processo di deduplica più efficiente a livello di client e di media server, un backup granulare anche in ambienti virtualizzati e centralizzato con la tecnologia Enterprise Vault di Symantec, con recovery anche solo parziale e un utilizzo più efficiente della rete nei trasferimenti da un server ad un altro, visto che su di essa transitano molto meno dati.

Net backup, giunto alla versione 7, promette procedure di information management semplificate, una più attenta selezione dei dischi di cui fare il backup evitando i dischi cancellati, che in genere non sono vuoti ma che semplicemente contengono dati non più leggibili, una particolare efficienza nel caso di installazioni VmWare, una gestione centralizzata del backup e una più rapida recovery. Anche qui il punto nodale è una deduplica più efficace, con conseguente riduzione degli archivi e del traffico in rete.

Il canale veicola il 100% delle vendite di Back Up Exec e il 90% di quelle di NetBack up: il restante 10% viene acquistato dai grandi clienti che vengono seguiti da account della vendita diretta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here