Il Sistri slitta di nuovo: in vigore dall’1 gennaio 2016

Il Sistri, il Sistema di tracciabilità dei rifiuti, è stato nuovamente prorogato. Sulla Gazzetta ufficiale n. 302 del 31 dicembre 2014 è stato pubblicato il decreto-legge 31 dicembre 2014, n. 192 recante “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative” (il cosiddetto “mille proroghe 2015”) che con il comma 3 dell’articolo 9 rubricato “Proroga di termini in materia ambientale” fa slittare al 31 dicembre 2015 il termine entro il quale le aziende che si occupano di trasporto e smaltimento di rifiuti pericolosi dovranno abbandonare il vecchio sistema di tenuta dei registri di carico e scarico, l’aggiornamento del catasto rifiuti e le modalità di movimentazione tradizionali.

Al fine di consentire la tenuta in modalità elettronica dei registri di carico e scarico e dei formulari di accompagnamento dei rifiuti trasportati nonché l’applicazione delle altre semplificazioni e le opportune modifiche normative, i soggetti interessati avranno, dunque, altri 12 mesi di tempo. Restano in vigore soltanto le sanzioni relative al vecchio sistema di tracciabilità mentre arriva la moratoria per la mancata attuazione delle nuove regole.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here