Il caricatore universale è una realtà

Grazie alla cooperazione tra 14 case costruttrici e la Commissione europea l’idea è finalmente diventata realtà: www.onechargerforall.eu. Consegnato a Tajani il primo esemplare.

Il vicepresidente della Commissione europea responsabile per l'industria e le imprese, Antonio Tajani ha ricevuto dalle mani di Bridget Cosgrave, direttore generale di Digitaleurope, associazione che rappresenta l'industria europea delle tecnologie digitali, un esemplare del caricabatteria universale compatibile.

Ha preso dunque il via la fase finale di un processo che è stato messo in moto dalla Commissione europea. La soluzione del caricabatteria unico è stata dettata dal buon senso e non c'è stato bisogno di nuovi regolamenti.
Ora si tratta di collaborare con l'industria per far sì che i consumatori europei possano approfittare il più presto dei frutti di questa iniziativa.

La pubblicazione degli standard nel dicembre 2010 permette ai costruttori di procedere alle modifiche di progettazione e collaudo necessarie a garantire la sicurezza e l'interoperabilità dei telefoni mobili compatibili.

I cellulari compatibili "data-enabled" delle diverse marche potranno funzionare con un unico caricatore universale, un grande passo in avanti per gli utenti. I quattordici costruttori hanno deciso di immettere sul mercato europeo i nuovi caricabatteria universali nel corso del 2011.

Accogliendo la richiesta della Commissione europea, quattordici case costruttrici di telefoni cellulari hanno sottoscritto un accordo con cui si impegnano a uniformare secondo uno standard comune i caricatori per telefoni cellulari "data-enabled" venduti nell'Ue.

Le società che hanno firmato l'accordo sono Apple, Emblaze Mobile, Huawei Technologies, Lge, Motorola Mobility, Nec, Nokia, Qualcomm, Research In Motion , Samsung, Sony Ericsson, Tct Mobile (Alcatel), Texas Instruments e Atmel.

Su mandato della Commissione europea gli organismi europei di standardizzazione Cen-Cenelec ed Etsi hanno stabilito gli standard armonizzati cui si uniformeranno a partire dal 2011 i telefoni cellulari "data-enabled" compatibili con il nuovo caricatore universale, che utilizza la tecnologia del connettore Micro-Usb.

Per i telefoni che non dispongono di un'interfaccia Micro-Usb l'accordo prevede un adattatore.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here