Hp compra Persist per migliorare l’Ilm

L’acquisizione di Persist Technologies definisce il ruolo di Hp nel campo dell’Information Lifecycle management, in opposizione a Emc.

13 novembre 2003

Hp sta per acquisire Persist Technologies, per una cifra che non è ancora dato di conoscere.


Posta così, l'acquisizione in sé sembra essere una delle tante. Ma se si ragiona sulle consistenti similitudini operative che le soluzioni di Persist hanno con quelle di Emc, le Centerra, allora il quadro cambia.


Il tutto, allora, assume le fattezze di una pronta risposta di Hp alle strategie di conversione verso l'Ilm (Information Lifecycle management) del rivale in campo storage.


Gli storage array di Persist, secondo molti osservatori tecnici, che adottano una logica grid, si inserirebbero perfettamente in un contesto di informazioni gestite verso il quale anche Hp si rivolge.


Non si tratta di prodotti in tutto e per tutto similari ai Centerra, però, come loro, coinvolgono la gestione di nodi multipli, gestiscono i punti di accesso e indicizzano i dati.


In sostanza, si tratta di dispositivi cosiddetti "content aware", che trattano, cioè, le informazioni come oggetti, con tanto di dignità e di destinazione d'uso.


Tant'è che la futura integrazione delle soluzioni Persist è stata salutata con favore dai responsabili delle azioni di Ilm di Hp, come un consistente pilastro per le future iniziative di Ilm, soprattutto perché si porrebbero nella parte di back-end delle infrastrutture.


Il patrimonio tecnologico di Persist è abbastanza giovane, dato che la società è stata fondata lo scorso anno, ma già interessante, dato che porta un software di archiviazione e un disk array, appunto, costruito con l'ottica del grid.


L'acquisizione sposta di un po' la linea strategica di Hp in fatto di Ilm, dato che qualche mese fa la società aveva detto che avrebbe affrontato il tema essenzialmente per mezzo delle terze parti.


Quello che si evince, dunque, è che per Hp conta il poter ampliare il più possibile la propria offerta di Ilm, sia con soluzioni internamente gestite, sia con tool di terze parti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here