Hp-Compaq, via libera dall’Ue

La Commissione Europa ha approvato senza condizioni l’ipotesi di fusione tra le due società. Ma non è ancora detta l’ultima parola, che spetta ora agli azionisti Hp e, non da ultimo, all’Autorithy statunitense

Hp e Compaq l'hanno spuntata. Almeno in Europa, dove la Commissione
Europea ha deliberato a favore dell'acquisizione di Compaq da parte della
società guidata da Carly Fiorina. Un'operazione del valore di 22,3 miliardi di
dollari che, qualora fosse portata a termine, darebbe vita al colosso numero due
nell'universo It. Una situazione, quest'ultima, giudicata dall'Ue
non pericolosa per gli utenti finali, visto che non dovrebbe portare
nè a un aumento indiscriminato dei prezzi, nè a una diminuzione dell'offerta
prodotti.
La palla passa ora agli azionisti Hp che, alla
fine di marzo, voteranno in un senso o nell'altro, e all'Authority statunitense
che potrebbe non essere del parere della sua controparte europea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here