Eaton pronta a corteggiare i distributori It

Utilizzando come “lasciapassare” l’accordo siglato quest’anno con 3Com, il produttore di Ups intende presentarsi ai principali attori della distribuzione informatica italiana

"Fino al 30 agosto di quest'anno ci chiamavamo Eaton Power Quality, poi tutte le attività sono conglobate in Eaton Srl nella quale, dal 1° settembre scorso, fanno parte le quattro divisioni storiche di Eaton Corporation, fra le quali la nostra, vale a dire quella Electrical”.
Ci tiene a presentare un quadro preciso Maurizio Stagnaro, sales and marketing director di Eaton Srl Electrical, prima di spiegare il motivo per cui la sua divisione, quella dedicata ai sistemi e componenti elettrici per la qualità, la distribuzione e il controllo dell'energia, cerca nuovi partner nel canale della distribuzione informatica.

Fino a oggi - spiega ancora il manager -, per le soluzioni di bassa potenza (l'offerta Powerware del produttore statunitense prevede una scalabilità modulare da 8 a 1.280 kVA - ndr) ci siamo rivolti sia al canale della distribuzione elettrica, che a quello informatico. Proprio su quest'ultimo contiamo di riuscire a spostare il peso del fatturato indiretto a una proporzione del 70 vs 30%, interpellando quel genere di interlocutori a cui è avvezza Apc”.

E per riuscirvi il manager fa affidamento “su un accordo tecnologico sulle stazioni di energia, non sui gruppi di continuità”, precisa Stagnaro, siglato a inizio anno con 3Com, che “all'interno della propria offerta propone anche le nostre soluzioni. E proprio ai distributori di 3Com intendiamo proporre il nostro offering, puntando più sulla carta dell'applicazione software, che sul “ferro””.

Bisognerà vedere come la pensano Esprinet e Ingram Micro, i nomi più “gettonati” dal direttore delle vendite e del marketing della divisione Electrical di Eaton Srl che, come spesso accade nel mercato degli Ups, segue i clienti di grandi dimensioni attraverso 13 area manager dislocati nelle sedi di Roma e Milano e che, a loro volta, coordinano l'operato di una serie di agenti plurimandatari presenti lungo tutto il territorio nazionale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here