Docebo coglie la sfida nel cloud e-learning

generica e-learning
Made in Italy –

Principia SGR investe 2,4 milioni di Euro sulla soluzione as-a-service dell’azienda italiana e sfida la Silicon Valley.

E’ un investimento da 2,4 milioni di euro quello deciso da Principia SGR, una delle maggiori realtà operanti nel settore del venture capital italiano, nei confronti di Docebo.
Secondo quanto comunicato dalla stessa Docebo, società italiana specializzata nella realizzazione di soluzioni e-learning integrate per il mondo delle imprese, ha fatto ingresso nel suo assetto azionario Principia II, fondo chiuso gestito da Principia SGR, che ha per l’appunto sottoscritto un aumento di capitale da 2,4 milioni di euro.

L’annuncio arriva pochi giorni dopo il lancio di Volunia, il motore social di Massimo Marchiori finanziato da Mariano Pireddu con un milione di euro e rappresenta una una nuova prova di forza dell’imprenditoria on-line italiana.
Ma se il futuro ci racconterà i successi di Marchiori, il presente già ci dice che la piattaforma ideata da Claudio Erba è oggi una delle meglio quotate nell’ambito dele soluzioni e-learning integrate per la formazione a distanza a grandi aziende, Pmi e pubblica amministrazione, gestisce attualmente la formazione di oltre 300.000 utenti nei 5 continenti, grazie alla piattaforma Docebo, allo sviluppo di corsi multimediali e ad attività di project management.

Con il vanto di un track record positivo dalla sua nascita, e ricavi in costante crescita negli ultimi 7 anni, l’azienda si è affermata sul mercato internazionale con capitali esclusivamente italiani: nel 2006 con l’Angel Investor Seeweb, oggi con Principia II.

L’e-learning as-a-service è una chiara richiesta del mercato ed ha tutte le carte in regola per stravolgere il mercato della formazione a distanza: da attivare online, senza alcuna competenza tecnica richiesta, permette a piccole e grandi realtà di erogare formazione in maniera intuitiva, flessibile e immediata. L’apprendimento a distanza inoltre si presta ad una forte crescita internazionale: con le sue 25 lingue di localizzazione, Docebo lancia la sfida alle soluzioni Cloud della Silicon Valley.

“Abbiamo puntato su una solida realtà italiana con un ottimo prodotto e un team capace ed esperto”, ha dichiarato Andrea Di Camillo, partner di Principia SGR; “Docebo è pronta ad affrontare i nuovi sviluppi internazionali che intendiamo portare avanti con le nuove risorse, non solo finanziarie, messe a disposizione della società”.

Pubblica i tuoi pensieri