La nuova versione 3.6 di Darkroom, popolare app di fotografia per iPhone, introduce diverse interessanti novità. La prima è il nuovo strumento gratuito Frame Tool, potenziato dalla funzionalità Content Aware Color Palette.

Un bordo che fa da cornice può dare maggiore enfasi a una foto ed esaltarne i contenuti. Il colore del bordo può avere però un forte impatto sull’aspetto generale, per cui la sua scelta è importante. Ed è qui che il nuovo strumento di Darkroom ci viene in aiuto, con i content-aware colors. La scelta di una palette di colori viene fatta in modo intelligente dall’app in base ai contenuti della foto. L’algoritmo analizza l’immagine e sceglie una selezione di colori per il bordo, che si abbinano al meglio alla foto. Ciò ci consente di selezionare con un semplice tap un colore che ben si adatta alla personalità cromatica della foto.

DarkroomOltre al colore, un altro aspetto essenziale del bordo è la dimensione. Non è necessariamente quadrato il formato della foto che desideriamo incorniciare e condividere. Per questo lo sviluppatore ha aggiunto il supporto per nuovi aspect ratio. 9:16 per le storie di Snapchat e Instagram, 4:5 per le foto portrait Instagram e 2:1. Questi nuovi Frame Inset Presets sono disponibili anche in fase di esportazione. Il controllo, inoltre, ricorda l’ultima impostazione, in modo da semplificare le operazioni in serie.

Aggiunta Premium per Darkroom

L’altra aggiunta della nuova versione è di tipo Premium, quindi a pagamento. Si tratta di un nuovo filter pack denominato Duotone Filters. Il duotone è un procedimento che ha origine nella stampa e che può dare grande espressività a una foto. Può essere usato in maniera originale per ottenere risultati creativi estremamente interessanti. Lo sviluppatore ha creato questo filtro Duotone completamente all’interno del tool Curves dell’app. È quindi anche, in qualche modo, una sorta di dimostrazione delle potenzialità di quello strumento.

Oltre ai nuovi strumenti, l’aggiornamento apporta miglioramenti generali per Darkroom. Ad esempio in tema privacy, Darkroom 3.6 aggiunge un’opzione per attivare o meno i metadati relativi alla posizione geografica. Ci sono poi numerose migliorie in giro per l’app.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here