Crittografia e wiping – parte III

GnuPg e GPGshell A differenza dei software presentati sinora, GnuPG utilizza un approccio differente, basato sulla crittografia a chiave pubblica (asimmetrica). Il programma è stato sviluppato per funzionare unicamente da riga di comando rendendone l’u

GnuPg e GPGshell
A differenza dei software presentati sinora, GnuPG
utilizza un approccio differente, basato sulla crittografia a chiave pubblica
(asimmetrica).

Il programma è stato sviluppato per funzionare unicamente da riga di
comando rendendone l'utilizzo piuttosto scomodo e difficoltoso.

Fortunatamente è stata successivamente rilasciata GPGshell,
un'interfaccia per interagire con GnuPG da ambiente Windows.

Supponiamo di aver estratto i file contenuti nell'archivio di GnuPG all'interno
della cartella C:\Gnu PG_temp.

Avviando il setup di GPGshell, viene richiesta la cartella d'installazione
(esempio: C:\GPGshell) quindi compare la finestra Select
components
. Spuntate dall'elenco la voce Default language:
Italian
: in tal modo l'intero programma verrà “tradotto”
in italiano.

Dopo il riavvio del personal computer, richiesto al termine dell'installazione,
compare una finestra di dialogo: il programma proporrà di utilizzare
la cartella specificata come home directory. Premete il pulsante .

Nella finestra successiva, cliccate sul pulsante Installa GnuPG
dalla distribuzione ufficiale in formato ZIP. Nella casella Cartella
in cui è stato estratto l'archivio ZIP, è necessario specificare
la cartella ove avete estratto i file di GnuPG (nel nostro caso, C:\GnuPG_temp).

Nel box Cartella in cui sarà creata la vostra GnuPG-HomeDir
indicate C:\GnuPG, premete il pulsante Avanti
quindi OK. Apparirà una finestra DOS: premete un tasto
qualunque per continuare.

Cliccate, a questo punto, su Start, Programmi, GPGshell, GPGtray.
Facendo clic con il tasto destro sull'icona raffigurante un lucchetto
di colore verde (mostrato nella traybar di Windows) si accederà a un
menu popolato di numerose voci.

Per creare la vostra prima chiave con GPGshell, cliccate su Avvia,
GPGkeys
e rispondete alla visualizzazione
del message box. Comparirà una finestra DOS ove si richiede quale tipo
di chiave deve essere creato.

Premete il tasto 1 quindi Invio per scegliere
l'opzione di default. Sarà quindi necessario specificare la dimensione
della chiave in bit (esempio 768, 1024, 2048, 4096): 2048 è più
che sufficiente. Successivamente, digitando il tasto 0, la
chiave creata non avrà una scadenza. Infine, è possibile indicare
il vostro nome, l'indirizzo e-mail e un commento. Per confermare le vostre
scelte premete il tasto O quindi Invio.

Come ultimo passo, è necessario inserire una parola chiave (passphrase).
Al solito, usate una password abbastanza lunga e complessa.

Dopo aver digitato nuovamente la passphrase, inizierà la generazione
della vostra chiave (durante il processo è bene muovere ripetutamente
il mouse, aprire file e cartelle: in questo modo renderete la chiave generata
ancor più “casuale”).

Nella finestra di GPGkeys troverete la chiave appena creata: cliccando con
il tasto destro del mouse su di essa accederete a tutta una lista di funzioni.
Cliccando su Esporta, ad esempio, potete memorizzare in formato
testo, sul disco fisso, sia la vostra chiave pubblica (da inviare a tutti i
vostri interlocutori) sia la vostra chiave privata. Per aggiungere la chiave
pubblica comunicatavi da un vostro contatto, fate riferimento al comando Importa
contenuto nel menu Chiave/i.

Supponiamo di voler cifrare un messaggio contenuto in una finestra: fate clic
con il tasto destro del mouse sull'icona di GPGshell nella traybar, selezionate
Finestra corrente, Cifra. GPGshell mostrerà l'elenco
delle chiavi a vostra disposizione: scegliete il destinatario del messaggio
cifrato e premete OK. Il testo contenuto nella finestra selezionata
verrà automaticamente cifrato. Potete ora inviarlo in modo sicuro via
e-mail. Per decifrare un testo o un file è necessario usare l'apposita
funzione accessibile dal menu di GPGtray.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here