Creare una VPN con Ubuntu e connettersi da Windows

La procedura passo-passo per configurare la Virtual Private Network: sia sul lato server (Ubuntu) che client (Windows XP e 7).

Una VPN (acronimo di Virtual Private Network) può essere considerata come un'estensione di una rete privata che si occupa di instaurare dei "collegamenti" tra due o più sistemi che debbono scambiarsi dati in modo sicuro, utilizzando una rete condivisa o comunque pubblica qual è Internet.

Attraverso la rete VPN è possibile scambiarsi informazioni in modo molto simile a quanto accade in una connessione privata punto-punto. L'approccio utilizzato dà modo di rendere il computer remoto parte di una rete privata interna alla struttura aziendale creando un "tunnel" virtuale attraverso la rete Internet. Per simulare un collegamento punto-punto, i dati vengono incapsulati con l'aggiunta di un'intestazione che fornisce le informazioni di routing e cifrati in modo da renderne possibile la lettura da parte di eventuali aggressori, sprovvisti delle necessarie chiavi crittografiche.

In questo articolo vogliamo presentarvi una procedura che consentirà di configurare una qualunque macchina Linux Ubuntu Desktop od Ubuntu Server come server VPN.

Alla rete VPN che allestiremo potranno collegarsi tutti i client, qualunque sistema operativo montino. Nel nostro caso, tuttavia, utilizzando Ubuntu come server, vedremo come sia possibile connettersi alla VPN dalle macchine Windows. Buona lettura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here