Con il 5G, Ericsson e Piaggio connettono lo scooter al cloud

Vespa scooter

Il 5G entra nel mondo degli scooter. A portarcelo sono Ericsson e Piaggio, che hanno dato vita a un’iniziativa congiunta volta a esplorare i servizi che potranno essere abilitati collegando appunto gli scooter a un ecosistema più ampio tramite la nuova tecnologia 5G.

Il progetto, primo del genere nel mondo delle due ruote, intende unire l'esperienza nel cloud e nel 5G di Ericsson con l’esperienza nel mondo delle due ruote di Piaggio. Attraverso la prototipazione di nuove soluzioni per il futuro, le due società puntano a scoprire nuove opportunità che offrano vantaggi sia per l'utente finale sia per il produttore. In futuro, gli scooter connessi potrebbero mettere in guardia i loro piloti su eventuali pericoli imminenti e comunicare in tempo reale con altri veicoli intelligenti, incrementando in modo significativo la sicurezza.

Inoltre, la migliore connettività con l'ambiente permetterebbe di fornire al produttore una grande mole di dati, dando un quadro in tempo reale di come viene utilizzato lo scooter e dei problemi comuni riscontrati, da utilizzare fin dall'inizio del processo di progettazione, durante lo sviluppo e la fabbricazione, nonché per la manutenzione e la riparazione.

In pratica, Piaggio potrebbe ottenere informazioni precise su come migliorare gli scooter per soddisfare le aspettative e le esigenze quotidiane degli utenti.

Quello dei sistemi di trasporto intelligenti è oggi uno dei settori più in fermento del mondo dell’Internet of Things (IoT). Una serie di iniziative è già in corso, dalle auto senza conducente alle fermate degli autobus connesse, e sicuramente presto vedremo rivoluzionato il settore dei trasporti come lo conosciamo. E in questo un ruolo cardine lo gioca la tecnologia 5G.

Tuttavia, mentre la connettività è un tema caldo del mondo automobilistico, la collaborazione tra Ericsson e Piaggio per la prima volta esplorerà le eventuali opporutnià che può comportare la connettività all’interno del mondo delle due e tre ruote. Per esempio i veicoli a due e tre ruote non offrono lo stesso tipo di cruscotto ricco di informazioni che è possibile trovare nelle auto e nei camion – rendendo quindi la comunicazione da macchina a persona più complessa per essere implementata efficacemente. La sicurezza è un’altra problematica chiave, perché i piloti delle due ruote vanno incontro a rischi maggiori. Per questo tutto ciò che può aumentare l’attenzione o ridurre la possibilità di un incidente, porta un valore significativo.

Combinando le loro conoscenze nel campo delle infrastrutture cloud e l'industria automobilistica, Ericsson e Piaggio sperano di risolvere questi problemi. Per esempio, vi è la possibilità per gli scooter di avvisare le squadre di soccorso subito dopo un incidente, oppure possono essere forniti consigli in tempo reale ai conducenti su possibili pericoli; in entrambi i casi si tratta di applicazioni che potrebbero salvare la vita.

In ultima analisi, il nuovo progetto mira a portare il mondo delle due ruote nell’Internet dei veicoli per rendere disponibili soluzioni innovative che miglioreranno (e possibilmente anche preserveranno) la vita dei piloti di tutto il mondo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here