Con i nuovi NAS My Cloud Expert e Business, WD sfida i grandi del settore

WD My Cloud BusinessDa tempo abbiamo a listino un’offerta NAS per la fascia più economica del mercato e una per l’utenza business, ma ci mancava una proposta pensata in modo specifico per il mondo dei professionisti. E ora abbiamo anche questa”. Così si esprime Luca Marazzi, Country Manager Content Solutions Business di WD, presentando quattro nuovi dispositivi destinati a rispondere alle necessità di storage, gestione, protezione e streaming dei contenuti digitali da parte di utenti prosumer, professionisti della creatività e piccole aziende.

Il nostro obiettivo è entrare nel mercato con prodotti di qualità e con ottime prestazioni – afferma Marazzi – che ci permettano di competere con marchi come QNap e Synology, al momento i riferimenti del settore”. Ecco quindi che alla famiglia My Cloud Expert Series WD aggiunge i sistemi NAS My Cloud EX2100 (può alloggiare due hard disk) e My Cloud EX4100 (quattro hard disk). Dotati dell’ultima versione del processore dual-core Marvell ARMADA, questi nuovi dispositivi offrono velocità di lettura/scrittura al top della loro categoria per lo streaming simultaneo di contenuti multimediali HD a performance elevate e fino a 24TB di capacità storage. Gli utenti potenziali sono i fotografi, i videomaker, graphic designer e, più in generale, tutti i professionisti della creatività.

Dal canto suo, la nuova offerta My Cloud Business Series include i sistemi NAS My Cloud DL2100 (due hard disk) e My Cloud DL4100 (quattro hard disk), due soluzioni create appositamente le piccole aziende, dotate di processori Intel Atom dual-core e capaci di offrire fino a 24TB di capacità storage.

Nello sviluppo dei nuovi prodotti – precisa Luca Marazzi -, abbiamo lavorato in particolare sulla solidità e sulla stabilità. Le due variabili chiave sono il sistema operativo e i dischi. Come hard disk usiamo solo WD Red, prodotti ad alta affidabilità che abbiamo progettato proprio per l'uso all’interno di NAS, mentre il sistema operativo è il nostro collaudato My Cloud, che ha un’anima Linux”.

wdfMyCloud_DL2100Ovviamente WD ha prestato grande attenzione all’aspetto sicurezza e protezione dei dati nei nuovi My Cloud Expert e Business, dotandoli di tutte le possibili opzioni RAID. Questo gli permette di operare efficacemente anche come unità centrale di backup (tramite il software WD SmartWare Pro per gli utenti PC e attraverso Time Machine per chi usa i Mac).

Uno dei punti cardine dello sviluppo è stata la semplicità d’uso – sottolinea Marazzi –. Per questo abbiamo voluto fornire la stessa facilità di gestione che si ha sui prodotti consumer, consentendo di operare tramite una piattaforma Web e un unico cruscotto per il controllo”. E, come già accade con i NAS più economici della serie MyCloud, anche i nuovi modelli possono essere gestiti attraverso l’app mobile My Cloud, che è disponibile sia per dispositivi iOS sia Android. Questa app, lo ricordiamo, permette di accedere ai contenuti e condividerli ovunque ci si trovi. Integra inoltre i principali servizi di public cloud in modo che si possa trasferire facilmente file tra gli account Dropbox, OneDrive e Google Drive.

Curatissimi sul versante hardware, rispetto alla concorrenza, però, al momento i prodotti WD mostrano il fianco sulla dotazione software, dove risultano un po’ deboli. Luca Marazzi ammette: “Oggi non possiamo ancora competere in termini di app”. Tuttavia, WD è ben conscia della cosa e sa che per riuscire nel suo intento deve fornire un corredo software all’altezza delle aspettative. “Ci stiamo impegnando a fondo sul versante software – evidenzia Marazzi -. Abbiamo assunto una novantina di ingegneri con l’obiettivo di avere entro l’estate una buona offerta di applicazioni. E altre seguiranno i mesi successivi. Abbiamo un forte focus in ambito NAS e intendiamo raggiungere una posizione di rilievo. La nostra offerta deve quindi essere competitiva sotto ogni punto di vista. E lo sarà. Vogliamo ottenere un risultato paragonabile a quello raggiunto con i NAS My Cloud, ambito in cui oggi deteniamo il 66% del mercato”.

Sul versante delle piccole aziende credo che la legge sulla dematerializzazione ci possa dare una mano consistente – conclude Marazzi -. Gli studi professionali hanno infatti bisogno di creare un nuovo archivio digitale si cui trasferire tutta la documentazione cartacea. Ma tra i campi d’impiego anche la videosorveglianza si sta affermando in modo rilevante”.

I nuovi NAS WD sono già in vendita. In ambito Expert Series il prezzo parte da 379 euro per il My Cloud EX2100 NAS senza dischi e arriva a 2.319 euro per l’EX4100 con 24 TGB di storage. In ambito Business Series si parte da 519 euro per il My Cloud EX4100 senza dischi e si arriva a 2.329 euro per il DL4100 con 24 TB.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here