Budget It: 2004 sarà un anno piatto

Il prossimo anno la spesa It nelle aziende italiane dovrebbe essere sostanzialmente stabile. Gli investimenti saranno orientati prevalentemente verso istanze estremamente specifiche ed attinenti all’evoluzione della struttura di ciascuna azienda

13 novembre 2003 In questa ultima parte dell'anno, la società di
ricerca Gartner sta effettuando, anche nel nostro Paese, una
serie di indagini per cercare di capire in quale contesto e in quale direzione
le aziende stanno mettendo a punto i budget di spesa It
per il prossimo anno.
La prima delle due indagini è stata condotta nel corso
del mese di ottobre, mentre la seconda, vale a dire un survey su circa
200 aziende italiane, è attualmente in corso.
Nel primo caso si è
trattato invece di un polling su una selezione di
grandi aziende,  per un totale di circa 2,2 miliardi di Euro di
spesa It.
Il primo dato evidenziato da Gartner, è che la maggioranza
delle aziende italiane arriverà alla fine di questo anno senza aver speso
tutto il budget It previsto per l'esercizio
, cosa che si traduce in
risparmi compresi tra il 7% e il 10%. Solo il 10% delle aziende interpellate ha
invece risposto di spendere  più del previsto, con un ordine di grandezza
vicino al 4%, a fronte di quelle che vengono definite come inderogabili
necessità di business.
Per quanto riguarda invece il prossimo anno, le
valutazioni di spesa saranno legate a investimenti in hardware/software e
progetti direttamente collegati alla situazione specifica della singola
organizzazione. 
Ne risulta dunque una estrema difficoltà
nell'individuare argomenti o tecnologie comuni, fatti salvi i piani
di rinnovo tecnologico collegati al servizio ai clienti o a
modifiche architetturali.
Tra progetti citati da alcune delle aziende
interpellate, si trovano anche di consolidamento e standardizzazione,
soprattutto in seguito a operazioni di fusione o acquisizione, sicurezza, risk
management, disaster recovery e business continuity.
Proprio la
business continuity
potrebbe, secondo Gartner, conoscere una buona
crescita nel corso del 2004, proprio perchè una serie di istanze stanno via via
rendendo fondamentale la continuità delle operazioni informatiche.

Volendo tracciare un quadro di prospettiva per il prossimo anno, Gartner lo
definisce anno a tinte alterne: il taglio dei budget di spesa
informatica dovrebbe essersi ormai stabilizzato
e si intravede qualche
possibilità di aumento per gli investimenti in tecnologie e servizi .

Tuttavia, Gartner non si azzarda a previsioni più
ottimistiche. "L'anno sarà sostanzialmente piatto o negativo per la
maggior parte dei fornitori tradizionali di servizi It, ad esclusione di quelli
che sapranno adeguare dinamicamente le proprie value proposition e offerte a un
mercato micro-verticalizzato e in continua evoluzione
”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here