Base d’asta 2,3 miliardi di euro per Lte

Aperte le buste. Quattro operatori in gara: Linkem si è ritirata. Da domani partono i rilanci.

In una nota diffusa in giornata, il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noto che è stata effettuata in seduta pubblica l'apertura delle buste contententi le offerte delle aziende partecipanti alla gara per l'assegnazione delle frequenze 4G.

Come anticipato nella giornata di ieri, sono solo quattro gli operatori che si contendono l'assegnazione delle frequenze in banda 800, 1800, 2000, 2600 MHz: Telecom Italia, Vodafone, Wind e H3G.
 Manca Linkem che si è di fatto ritirata dalla competizione.

Al momento, le offerte  presentate, che hanno carattere vincolante, si attestano su un ammontare di 2,3 miliardi di euro.

Da domani prende ufficialmente il via l'asta con rilanci minimi del 3% rispetto all'importo dell'ultima offerta in graduatoria.

Sul sito si precisa inoltre che "il meccanismo di gara lascia la possibilità alle società di rilanciare anche sui lotti non oggetto della propria offerta".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here