Apple anticipa il nuovo Mac OS Lion

In commercio dalla prossima estate, porterà numerose innovazioni come il supporto degli schermi multitouch e una nuova visualizzazione delle applicazioni in uso. In arrivo anche un App Store per Mac.

Sarà l'ottava major release del Mac OS X quella che Apple metterà in commercio entro dell'estate del prossimo anno. E, come di consueto, sarà contraddistinta dall'immagine di un felino: questa volta sarà il leone a contraddistinguerla.

Come ha sottolineato Steve Jobs, sarà un ritorno al Mac, nel senso che Apple ha portato dapprima una serie di funzioni di Leopard e Snow Leopard sull'iOS e ora è invece il Mac OS X a beneficiare delle funzioni sviluppate per il sistema operativo dei dispositivi mobili. E le novità che Jobs ha mostrato in anteprima sono di tutto rispetto.

Tra tutte spicca sicuramente la disponibilità del Mac App Store, ossia di un negozio di applicazioni specifico per i Mac, con l'obiettivo di consentire l'installazione e l'aggiornamento delle applicazioni Mac più facile che mai. Come accade con l'iPad, gli utenti possono acquistare le app usando il proprio account iTunes, per poi scaricarle e installarle in un unico passaggio. Gli aggiornamenti vengono distribuiti direttamente tramite il Mac App Store. Il Mac App Store sarà parte integrante di Lion, ma sarà già disponibile per Snow Leopard entro 90 giorni.

Un'altra delle novità mostrate da Jobs è Launchpad, un sistema per trovare e avviare velocemente le app. Un po' come la schermata Home dell'iPad, Launchpad consente di vedere tutte le app sul Mac, ordinate, semplicemente facendo clic sull'icona nel Dock. Le applicazioni potranno essere organizzate a proprio piacimento, o raggruppate in cartelle, e si potranno scorrere svariate pagine per trovare quella desiderata.

Lion include il supporto a livello di sistema per le applicazioni full screen. Con Lion, gli utenti possono attivare la modalità a schermo intero con un solo clic, passare da un'app a schermo intero all'altra sfiorando il trackpad, e tornare alla Scrivania per accedere alle app a finestra multipla.
Dal canto suo, la nuova funzione Mission Control offre una vista unificata di tutte le app e finestre aperte sul Mac, così gli utenti avranno un accesso completo all'intero sistema. Mission Control integra inoltre la prossima generazione di Exposé: tutte le finestre attive sul Mac verranno presentate raggruppate per applicazione, insieme alle miniature delle app a schermo intero, Dashboard e altri Spaces.

Non poteva mancare un accenno agli schermi multitouch. Jobs ha detto che ovviamente Lion li supporterà ma ha anche detto che, dagli esperimenti fatti, Apple ha notato che l'uso in verticale non è funzionale perché stanca l'utente. L'unico utilizzo possibile è in orizzontale. Forse che i nuovi iMac potranno essere usati come dei tablet?

La presentazione di Lion è stato solo un piccolo ma sostanzioso assaggio delle potenzialità del nuovo sistema operativo e di cui potremmo beneficiare fra un anno. Tuttavia, già entro 90 giorni il nuovo Mac App Store introdurrà una significativa innovazione non solo nel mondo Mac ma in quello del computing in generale.

Apple progetta i Mac, i migliori personal computer al mondo, insieme a OS X, iLife, iWork e i software professionali. Apple sta guidando la rivoluzione della musica digitale con i propri iPod e con il negozio online iTunes. Apple sta reinventando la telefonia mobile con i suoi rivoluzionari iPhone e App Store, e ha recentemente introdotto il magico iPad che sta definendo il futuro dei dispositivi portatili e dei media in ambito mobile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here