Amazon WorkMail, l’alternativa a Microsoft Exchange Online?

Amazon Web Services ha annunciato la disponibilità pubblica di Amazon WorkMail, servizio email business in cloud con supporto ai client email desktop e mobile esistenti, già annunciato come preview un anno fa, ora certificato ISO 27001, 27017 e 27018 e disponibile in modalità pubblica nell’ambito degli AWS.

Per ora solo in Irlanda

In Europa attualmente fornito solo in Irlanda al costo di 4 dollari per utente al mese, comprensivi di 50 GB di spazio di archiviazione per ogni utente, Amazon WorkMail punta a erodere le quote di mercato conquistate da altri in ambito cloud mail offrendo agli utenti la possibilità di accedere alla propria casella di posta elettronica, ai contatti e ai calendari utilizzando Microsoft Outlook, Apple Mail su Mac OS X, i browser Web o le app di posta elettronica native di iOS e Android.
Stando a quanto ribadito da AWS, è, inoltre, possibile integrare Amazon WorkMail con la directory corporate esistente e gestire sia le chiavi di crittografia dei dati, sia il luogo in cui i dati sono memorizzati. Il tutto senza dover installare nulla di nuovo sul pc dei dipendenti.

Sfida alla proposta in cloud di Microsoft

Tra le funzionalità aggiunte rispetto a gennaio 2015 figurano sia il supporto al protocollo Exchange Web Services per il supporto ai client su Mac OS X, sia lo strumento di migrazione per semplificare il passaggio da Microsoft Exchange e la possibilità di creare e prenotare risorse come la conference room, i sistemi VTC e altro.
Da qui l’idea che Amazon WorkMail si prepari a proporsi come alternativa per chi utilizza il server Exchange on premise di Microsoft.
Tra le funzionalità migliorate annunciate per Amazon WorkMail, l’estensione del servizio alla regione US West, in Oregon, mentre nel 2016 in corso è prevista l’integrazione dell’interoperabilità proprio con Microsoft Exchange per fornire agli utenti la possibilità di accedere a una rubrica utenti comune ai due servizi e il supporto all’archiviazione dei messaggi di posta elettronica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here