Al via Spid il sistema per l’accesso semplice e sicuro ai servizi online della Pa

Spid (Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale), ovvero la nuova “infrastruttura paese" di login che permette a cittadini e imprese di accedere con un’unica identità digitale, in maniera semplice e sicura, ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati che aderiranno, prenderà il via entro dicembre 2015.

L’Agid (Agenzia per l’Italia digitale), in collaborazione con il Garante per la protezione dei dati personali, ha infatti varato i quattro regolamenti tecnici necessari al suo avvio. Spid è costituita da credenziali erogate dagli identity provider o gestori di identità digitale, aziende che rispondono alle caratteristiche definite dai regolamenti tecnici e che dal 15 di settembre 2015 potranno fare richiesta di accreditamento all’Agenzia per l’Italia Digitale. Cittadini e imprese saranno liberi di scegliere il gestore di identità che preferiscono poiché tutti applicheranno le regole di gestione definite da Agid.

Entro dicembre 2015 è previsto il rilascio delle prime identità digitali a cittadini e imprese. Agenzia delle Entrate, Inail, Inps, Regione Piemonte, Friuli Venezia e Giulia, Emilia Romagna, Liguria, Toscana e Marche permetteranno già l’accesso ai propri servizi tramite Spid.

In 24 mesi il sistema pubblico di identità digitale sarà esteso a tutta la pubblica amministrazione così da permettere a tutti di accedere con un’unica identità digitale ai servizi digitali.

Con Spid si potrà accedere a qualunque servizio online con smartphone, pc, tablet con le medesime credenziali di autenticazione universalmente accettate. Esisteranno tre livelli d'identità Spid, ciascuno di questi determinerà il livello di sicurezza dei servizi on line ai quali sarà possibile accedere.

Il primo permette l’autenticazione del titolare tramite Id e password stabilita dallo stesso utente. Il secondo livello permette invece l’autenticazione tramite password e generazione di una One time password inviata all’utente. Il terzo livello permette, infine, l’autenticazione tramite utilizzo di una password e di una smartcard.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here