3 gioca la carta delle tariffe

Quasi superato il nodo dei terminali, con l’arrivo dei prossimi telefonini di Nec e Lg. Intanto la società mette a punto nuovi piani tariffari sia per il business sia per il consumer

5 marzo 2004 Un milione di clienti entro la
fine dell'anno, vale a dire il triplo rispetto ai 345.000
registrati alla fine del 2003. E' questo l'obiettivo che si pone
H3g

, telefonini permettendo.
In realtà, il
problema che aveva afflitto la società nei mesi passati, vale a dire la mancanza
di terminali, dovrebbe essere ormai in via di risoluzione, soprattutto non
appena saranno disponibili i nuovi modelli di Nec e di Lg

, il
cui arrivo è previsto per le prossime settimane.
E una volta superato il nodo
dei terminali, la partita si giocherà tutta sulle tariffe.
Dopo aver
annunciato le scorse settimane un nuovo accordo di roaming con Tim, al quale non
faceva però riscontro un'iniziativa analoga con Vodafone, adesso è arrivato il
momento delle autoricaricabili.
Nei giorni scorsi la società ha
lanciato TuaMatic
, una ricaricabile con la quale tutte le telefonate, siano esse verso
numeri di rete fissa o mobile, costano 15 centesimi al minuto, dunque al di
sotto dei 18 e 19 centesimi delle offerte comparabili di Tim e Vodafone.
Per quanto riguarda invece
l'area aziende, dopo 3 for Business, la novità
più recente è rappresentata da Power, che offre 50 oppure 150
Mb di traffico dati a fronte di un canone mensile di 25 oppure 50 euro.
Costa
invece 96 euro al mese PowerFull, un'ozopne sempre destinata al
mercato aziende che offre settimanalmente 5 ore di chiamate verso numeri 3, di
rete fissa oppure di altri operatori, 5 ore di videochiamate, 50 Sms, 25 Mms e
15 Mb per navigare in Internet e accedere alla Lan
aziendale con il servizio InAzienda.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome