Accordo 3-Tim. E lite 3-Vodafone

La società dell’Umts ha rinnovato l’accordo di roaming che prevede la riduzione di prezzo per 3 e uun minimo garantito per Tim

11 febbraio 2004 3 litiga con Vodafone e si mette d'accordo con Tim. La società di Vincenzo Novari ha chiuso l'intesa con Tim che prevede il rinnovo fino a giugno 2006 del precedente accordo di roaming sulla fonia, introducendo, tra l'altro, un meccanismo che consente a 3 di ottenere una riduzione del prezzo di roaming sulla base dei volumi di traffico e a Tim di ottenere un impegno minimo di fatturato. Sono state anche definite fino alla fine del 2006 le condizioni economiche per il servizio di roaming Gprs.
L'accordo prevede anche la condivisione dei diritti per la trasmissione via cellulare degli eventi sportivi relativi alle squadre di calcio di serie A e B di cui sono titolari i due operatori. Nel dettaglio: per 3 Juventus, Inter, Milan, Roma, Lazio, Reggina, Genoa, Piacenza, Reggiana, Salernitana, Bari e Siena in Umts e Gprs; per Tim: Roma, Lazio, Inter in Gprs, Torino, Bologna e Nazionale di calcio in Umts.
I due operatori si sono anche accordati per dare attuazione ad un programma di co-siting che rendera' disponibili a 3 ulteriori siti entro la fine del corrente anno, rispetto a quelli previsti dall'accordo attualmente in vigore.
Con Vodafone invece l'intesa non c'è stata, le trattative si sono interrotte e pare difficile che a breve il dialogo possa riprendere. Anche perché sembra che Vittorio Colao, amministratore delegato di Vodafone, non abbia preso bene
la decisione di Vittorio Minervini, responsabile degli affari legali della società che quasi al momento dell'interruzione della trattativa ha dato le dimissioni. Con destinazione 3.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here