Home Digitale Zoom pronto per il lavoro ibrido e il rientro in ufficio

Zoom pronto per il lavoro ibrido e il rientro in ufficio

Molte organizzazioni probabilmente adotteranno un approccio graduale e progressivo per riportare i dipendenti nella sede fisica a tempo pieno, sottolinea Zoom nel presentare le ultime novità della sua piattaforma di comunicazione e collaboration: quando questo accadrà, leader It e business manager dovranno affrontare la sfida di supportare contemporaneamente i lavoratori in ufficio e quelli remoti.

Gli ultimi aggiornamenti e le novità su cui il team di Zoom è al lavoro, ne è sicura l’azienda, rendono questa piattaforma pronta a supportare il lavoro ibrido e il rientro in ufficio, con spazi di lavoro video-enabled e soluzioni con cui i team possono continuare a lavorare in modo sicuro ed efficace da qualsiasi luogo.

Le soluzioni Zoom Rooms, Zoom Rooms Appliances e Zoom for Home sono ricche di funzioni progettate per supportare la forza lavoro ibrida e aiutare le aziende a rientrare in ufficio in modo sicuro.

Zoom

Con la funzionalità di Zoom Rooms Kiosk Mode, che è ora generalmente disponibile, un receptionist virtuale può salutare i dipendenti e gli ospiti dell’azienda in modo sicuro, utilizzando un dispositivo Zoom Rooms for Touch.

È poi possibile abbinare facilmente il proprio client mobile iOS o Android per partecipare alle riunioni in una Zoom Room: il client mobile sarà automaticamente messo in modalità companion durante il meeting.

Zoom

Quando si scarica l’app Zoom Rooms Controller sul proprio cellulare, si ha accesso a tutti i controlli della stanza, compresa la possibilità di iniziare o partecipare a una riunione e i controlli completi di audio, video e partecipanti, eliminando la necessità per gli utenti di condividere il controller della stanza.

Zoom

Con le telecamere supportate, è possibile inoltre vedere in tempo reale quante persone sono in una stanza, sulla dashboard di Zoom e sullo Scheduling Display, per garantire che i requisiti di distanziamento fisico siano rispettati e che gli spazi adibiti alle riunioni non siano sovraffollati.

Riguardo al monitoraggio dell’ambiente, Neat, produttore di apparecchi Zoom Rooms, ha rilasciato Neat Sense, che permette di gestire e monitorare continuamente la qualità dell’aria, l’umidità, la CO2 e i composti organici volatili, così come il numero di persone nella stanza. Tutti i dati e le statistiche saranno pienamente disponibili nella dashboard di Zoom e questi dati ambientali possono anche essere visualizzati su tutti i dispositivi Neat per un feedback in tempo reale sulla sicurezza delle sale riunioni dell’azienda.

Anche la collaboration è stata potenziata, ad esempio con miglioramenti nelle funzionalità di sharing. Gli utenti possono ora inviare una whiteboard di Zoom Rooms for Touch a Zoom Chat o via e-mail. Se si tratta di una Zoom Room personale, è anche possibile inviarla ai chat group. Questo aiuta a semplificare la condivisione dei contenuti al di fuori della sala riunioni, migliorando la coesione nella nuova forza lavoro ibrida.

Zoom

Gli utenti di Zoom Rooms for Touch possono anche controllare direttamente dal loro dispositivo il desktop della persona che sta condividendo lo schermo, semplificando ulteriormente la collaborazione.

Queste sono solo alcune delle funzionalità nuove e migliorate che sono disponibili, in fase di rilascio o di prossima distribuzione sulla piattaforma Zoom.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php