ZenFone 5, top di gamma dal prezzo contenuto

Asus ZenFone 5

Presentato allo scorso Mobile World Congress, debutta oggi in Italia il nuovo ZenFone 5 di Asus. Si tratta di uno smartphone con schermo da 6,2" all-screen con cornice ultrasottile e notch nella parte alta in bella vista. La prima impressione che se ne ricava è di un dispositivo dal design molto simile all’iPhone X.

Lo chassis ha dimensioni ridotte, paragonabili a quelle di uno smartphone da 5,5" (in pratica, le medesime dello ZenFone 4). Il rapporto tra display-corpo è pari al 90%. Per avere il massimo della visualizzazione (un formato 18:9) si può estendere lo schermo sino a coprire tutta la parte inferiore, mentre la zona attorno al notch non è utilizzabile e rimane disponibile solo per “informazioni di servizio”, quelle tipiche su telefonate, messaggi, notifiche carica della batteria, qualità della rete mobile e così via.

Un'ampia gamma cromatica

Asus Zenfone 5
Nella navigazione si può sfruttare tutto lo schermo

La sensazione al tatto è davvero piacevole: si tiene in mano bene e si ha l’idea di materiale di qualità come un top di gamma tra i più blasonati, anche se lo ZenFone si pone su un livello di prezzo nettamente inferiore. È infatti venduto a 399 euro, un costo che, date le caratteristiche, ne fa un prodotto da non trascurare per un possibile acquisto.

Asus ha lavorato di fino per dotare il nuovo smartphone di un'ampia gamma cromatica che potenzia la saturazione dei colori per avere immagini particolarmente vivaci. In questo senso, il display supporta anche lo spazio colore DCI-P3.

Una tecnologia di visualizzazione intelligente consente una perfetta leggibilità dei contenuti in qualsiasi ambiente (anche in pieno sole non ci sono grandi problemi). Utilizza infatti dei sensori per regolare automaticamente la temperatura dei colori in tempo reale in funzione della luce ambientale. Mentre la funzione Smart Screen On impedisce allo schermo di disattivarsi quando rileva il volto dell'utente, evitando in tal modo il problema dello spegnimento che si verifica quando si leggono i contenuti per lungo tempo senza toccare il display. Se comunque non si fosse soddisfatti della regolazione di default, c’è la possibilità di personalizzare praticamente ogni parametro inerente la visualizzazione.

Tanta potenza, ma consumi limitati

ZenFone 5 è il primo smartphone disponibile al mondo ad adottare la più recente Qualcomm Snapdragon 636 Mobile Platform, un system-on-chip (SoC) octa-core da 14 µm e 64 bit con 4 GB di RAM che garantisce prestazioni della CPU del 40% più elevate e prestazioni grafiche del 10% più alte rispetto a Snapdragon 630 Mobile Platform (presente nello ZenFone 4), senza troppe conseguenze sull’autonomia della batteria. E nell’utilizzo pratico questo aumento di prestazioni si nota: anche con le app più impegnative lo ZenFone 5 si comporta egregiamente. Non è ovviamente il caso di pretendere quello che non può fare, ma in un utilizzo di tutti i giorni, con ogni tanto qualche divagazione ludica di buon livello, di comporta sempre egregiamente. E l’autonomia non rappresenta un fattore di cui preoccuparsi. Comunque, la ricarica avviene in tempi rapidi (grazie alla tecnologia ASUS BoostMaster) e se la si fa durante la notte (operazione tipicamente da evitare per non sottoporre la batteria a continui ciclici di carica e scarica) lo ZenFone apprende le abitudini di riposo dell’utente per ottimizzare le operazioni e far trovare al risveglio il telefono al 100% dell’autonomia avendo però effettuato un unico ciclo di ricarica. La batteria è da 3.300 mAh.

Questa è una delle funzioni di cui si occupa l’Intelligenza Artificiale di cui è dotato il telefono. ZenFone 5. E che sono abilitate dalla presenza della Snapdragon 636 Mobile Platform. Per esempio, per garantire istantaneamente un ulteriore potenziamento delle performance, la tecnologia ASUS AI Boost ottimizza le prestazioni per i giochi e altre applicazioni che richiedono particolare potenza. E siccome lo smartphone ha la tendenza a riscaldarsi un po’ quando messo sotto pressione, Asus lo ha è dotato di quattro pad di raffreddamento in carbonio, di 0,06 mm di spessore, che dissipano il calore e mantengono inalterato l'elevato livello delle prestazioni.

Per garantire la massima flessibilità e una superba qualità durante le conversazioni, ZenFone 5 supporta due SIM 4G LTE con funzionalità Dual SIM e tecnologia Dual VoLTE (DSDV), permettendo a entrambe le SIM di rimanere in standby attivo e di supportare le chiamate vocali in alta definizione (HD) su rete 4G LTE. Nel caso si usasse solo una delle due SIM, lo slot lasciato libero può essere occupato una microSD potendo così espandere fino a 2 TB lo spazio di archiviazione disponibile.

Nato per fotografare

Lo ZenFone 5 applica l’Intelligenza Artificiale anche alla sezione fotografica. Il sistema a doppia fotocamera usato è infatti in grado di adattarsi e apprendere permettendo al fotografo di concentrarsi sul soggetto da inquadrare, senza preoccuparsi più di regolare i parametri della fotocamera: a mettere a posto eventuali errori pensa lo smartphone, fornendo così foto sempre all’altezza delle aspettative. Intendiamoci, non si ha in mano una reflex e lo ZenFone non ha la presa di esserlo, tuttavia le impostazioni predefinite riescono a soddisfare egregiamente la maggior parte delle esigenze. Se poi si vuole operare manualmente, c’è la possibilità di intervenire su ogni parametro dello scatto. A onor del vero, questa opzione era già disponibile nello ZenFone 4 e le funzioni disponibili non sono cambiate rispetto al modello precedente. Si può scattare anche in RAW.

Zenfone 5
Un esempio di foto scattata in condizioni un po' difficili di luce, totalmente in automatico e senza flash

Il sistema intelligente a doppia fotocamera posteriore di ZenFone 5 utilizza il sensore per immagini Sony IMX363 con pixel di ampiezza 1,4 μm e una lente a sei elementi con apertura focale f/1.8, oltre a consentire di scattare foto notturne in modalità HDR. La fotocamera secondaria grandangolare da 120° permette di catturare ampi scenari e realizzare foto di gruppo anche in spazi ristretti.

Per una fotografia realmente intelligente, il sistema della fotocamera utilizza i big data e avanzati algoritmi AI per evolvere e migliorare costantemente la qualità delle foto realizzate. Le speciali funzioni avanzate supportate dall'intelligenza artificiale si adattano e apprendono, per garantire foto di qualità e creare un'esperienza d'uso personale. Queste funzioni sono le seguenti.

  • AI Scene Detection: ZenFone 5 utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare rapidamente il soggetto e abbinarlo a uno dei 16 scenari disponibili, in modo da ottimizzare le impostazioni della fotocamera per qualsiasi tipologia di scatto. Il risultato è effettivamente
  • AI Photo Learning: è possibile insegnare a ZenFone 5 quale tipo di immagini si desidera ottenere. Il sistema regola quindi automaticamente le impostazioni della fotocamera così che gli scatti possano sempre riflettere le preferenze stilistiche
  • Real-time Portrait: il soggetto principale rimane sempre a fuoco, sfocando al tempo stesso e gradualmente lo sfondo per conferirgli un senso di profondità (utilizzando le informazioni analizzate dal soggetto), per risultati artistici con la massima semplicità. Real-time Portrait utilizza entrambe le fotocamere simultaneamente per catturare meravigliosi ritratti e primi piani.
  • Real-time Beautification: legge 365 punti del volto e ne migliora le caratteristiche, attenuando le tonalità della pelle e intensificando lo sguardo in modo personalizzato, sulla base dell’analisi condotta su oltre due milioni di miglioramenti possibili. Perfetto anche per le riprese video in live-streaming, agisce in tempo reale con qualsiasi volto, indipendentemente da età, forma, tonalità della carnagione o genere, per produrre risultati sorprendentemente naturali.

Si è parlato di video. Lo ZenFone 5 può riprendere in 4K o in full HD 1080 a 120 fps. Le immagini sono davvero buone e si nota anche l’intervento del doppio stabilizzatore, elettronico e digitale.

Audio ad alta risoluzione

ZenFone 5 è dotato di due altoparlanti stereo a cinque magneti che riproducono un suono ricco e profondo, controllati da due amplificatori separati. ZenFone 5 supporta i file Hi-Res Audio codificati a una frequenza di campionamento di 24-bit/192KHz il che equivale a una qualità 4 volte migliore di quella di un CD. Per garantire un’adeguata esperienza d'ascolto, ZenFone 5 ha in dotazione un valido set di auricolari compatibili Hi-Res Audio. Inoltre, supporta anche le cuffie DTS Headphone: X che offrono un surround virtuale a 7.1 canali, per vivere in modo più coinvolgente le sessioni di gioco.

È possibile sbloccare il telefono in pochi secondi utilizzando lo sblocco rapido tramite riconoscimento facciale o il sensore per impronte posto sul retro del device. Per attivare il telefono basta alzarlo, non è necessario premere il tasto laterale. Interessante ed efficace è la regolazione della suoneria. La funzione AI Ringtone gestisce il volume in base al livello del rumore ambientale: lo aumenta nel caso di una situazione dove c’è un rumore intenso mentre lo riduce quando si è in un ambiente silenzioso.

ZeniMoji è una nuova divertente funzione di ZenFone 5, esclusiva di ASUS, per animare simpatici avatar utilizzando la propria voce, le espressioni facciali e i movimenti della testa. Gli avatar ZeniMoji possono essere utilizzati nelle video chat o in live-streaming, così come nelle normali chat di testo per renderle più divertenti. Sono un’iniziativa interessante ma forse un po’ meno efficace di altre proposte simili.

Software completamente personalizzabile

Uno dei punti di forza di ZenFone 5 è il software. Basato sulla versione 8 di Android, lo smartphone usa la nuova edizione 5 di Zen UI. L’interfaccia utente realizzata da Asus ha subito una notevole evoluzione che l’ha resa più snella e veloce rispetto al passato ma anche molto più personalizzabile. Questo permette sia di avere un funzionamento più rapido sia una gestione più puntuale di ogni tipo di funzione: in pratica ora è possibile modificare ogni elemento grafico, ogni parametro, ogni schermata e ogni cartella, ottenendo un telefono davvero in linea con ogni singola esigenza o preferenza.

Asus restituisce fino a 125 euro

Come anticipato ASUS ZenFone 5 è in vendita a 399 euro. All’interno della confezione è inclusa anche una custodia bumper morbida trasparente. Fino al 30 giugno, chi possiede già uno ZenFone e decide di passare al nuovo modello può restituire quello vecchi ad Asus e riceverà fino a 125 euro di cashback. La cifra dipende del telefono posseduto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome