XML: definizione, vantaggi e applicazioni

Panoramica dei vantaggi di XML e dei requisiti tecnici necessari per costruire delle applicazioni basate su XML.

Breve storia di XML



L’XML è il metalinguaggio universale sviluppato dal World Wide Web Consortium (W3C) nel 1998 che consente alle applicazioni Internet di "comprendersi a vicenda", nonché di regolare la comunicazione tra queste e i software aziendali tradizionali.



L’adozione sorprendentemente rapida dell’XML è giustificata dalla speranza che esso possa risolvere alcuni dei principali problemi legati al Web, tra cui la lentezza. E pur offrendo probabilmente la più grande biblioteca informatica online, l’HTML necessita ancora di una enorme quantità di passaggi necessari per ottenere un’informazione specifica.


Entrambi i problemi possono essere ricondotti alla natura elementare del suo linguaggio principale: l’HTML. Pur essendo infatti probabilmente il linguaggio di publishing elettronico più semplice mai inventato, l’HTML manca di funzionalità chiave per affrontare la complessità delle applicazioni di business: esso descrive sostanzialmente come si dovrebbero visualizzare testo, immagini o disegni sullo schermo, ma non possiede la capacità di descrivere semanticamente il contenuto. Inoltre l’HTML manca dell’estensibilità necessaria a comunicare con le applicazioni esistenti e future, come invece garantisce un markup semantico.



Per risolvere questi problemi, nel 1996 il W3C ha cominciato a lavorare su un linguaggio già esistente dal nome SGML (Standard Generalized Markup Language) che aveva conseguito la certificazione ISO ed era stato utilizzato per lo sviluppo dell’HTML. Semplificando questo standard, il W3C ha sviluppato l’XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio di descrizione dei dati conciso e facile da comprendere, che separa contenuto, presentazione e struttura, rendendo i documenti disponibili per processi automatizzati.



I vantaggi di XML



I vantaggi dell’XML possono essere riepilogati in una sola parola: SPEED (velocità). La velocità è innanzitutto la ragione principale che spinge molte aziende a passare al commercio elettronico: risposta più rapida alle esigenze dei clienti, pubblicazione più rapida di informazioni dirette ai clienti e ai partner della catena di approvvigionamento; elaborazione più rapida di ordini ricevuti via Internet.


SPEED è inoltre un acronimo che elenca i vantaggi principali dell’XML: Storing, Publishing and Exchanging Electronic Documents (memorizzazione, pubblicazione e scambio di documenti elettronici).



In XML le informazioni specifiche di un’applicazione sono contenute all’interno di "tag", marcati da parentesi < >, che descrivono il contenuto di un documento. Ogni tag definisce una tipologia di elemento e, delimitando con tag ogni singolo dato, siamo in grado di comprendernela struttura anche se non conosciamo l’applicazione che l’ha generata. Essendo poi i dati autodescrittivi, anche i partner saranno in grado di comprenderli ed elaborarli. Inoltre essi possono essere gestiti anche in futuro quando le applicazioni che li hanno generati saranno diventare obsolete.


L’estensibilità è un’altra caratteristica vincente di XML, in quanto è possibile per i programmatori riutilizzare le tipologie di documenti XML esistenti semplicemente estendendole con nuovi tag, lasciando che gli elementi chiave del documento originale rimangano comprensibili da tutti gli utilizzatori.


XML ha risposto al proverbiale motto americano: "Adopt and adapt", ovvero, adotta uno standard vincente e affidabile e adattalo alle tue esigenze.



Per esemplificare i vantaggi di XML, basta visualizzarne un oggetto: senza avere alcuna nozione di programmazione, è possibile osservare immediatamente che si tratta di informazioni relative a un settore e a una attività specifica ( si veda Figura 1 cliccando sul link sottostante). E’ facile osservare che l’esempio fornito tratta di informazioni relative a un acquisto libri, completo di numero d’ordine, data di acquisto, prezzo specificato in una precisa valuta (dollari) e dati di pagamento del cliente (carta di credito). Ciò permette ai sistemi di un’azienda e a quelli di partner e fornitori di elaborare le informazioni in maniera più veloce, per esempio, tra l‘applicativo bancario di controllo della carta di credito, quello del negozio elettronico al quale accede direttamente l’utente per fare il proprio ordine e quello della compagnia di logistica che spedisce le merci (si veda Figura 2 cliccando sul link a fondo pagina).



Le caratteristiche di estensibilità proprie del linguaggio XML permettono inoltre lo sviluppo di Web Services, che si basano su uno standard derivato da XML: SOAP (Simple Object Access Protocol). La forma dei messaggi SOAP segue la struttura dei documenti XML, permettendo di interrogare gli applicativi su Internet. L’interrogazione degli applicativi aziendali — non solo la pubblicazione delle informazioni su un canale Internet — è ciò che fa davvero la differenza in ambito di business elettronico.



Per sintetizzare i vantaggi di XML, quindi, si può dire che XML richiede:



  • meno codici per sviluppare l’applicazione;

  • meno sforzi di manutenzione;

  • migliore riutilizzo della programmazione esistente e della tecnologia;

  • maggiore capacità di mirare a dispositivi multipli;

  • possibilità di ridurre le risorse dedicate alla implementazione di progetti.


Le aree del business elettronico all’interno delle quali XML sta sempre più prendendo piede sono molteplici. Ad esempio il content management, la rappresentazione HTML, le ricerche intelligenti, i cataloghi ondine, lo scambio dei dati e molte altre ancora (si veda Figura 3 cliccando sul link sottostante).



Che cosa ne pensano gli esperti? Frost & Sullivan e AMR Research sono d’accordo nell’affermare che XML sia il principale fattore di successo del commercio elettronico: solo attraverso XML sarà possibile una maggiore integrazione tra le piattaforme di e-procurement e quindi dare maggiore respiro dell’e-Commerce. Anche IDC sostiene che XML è lo standard riconosciuto per l'integrazione di soluzioni B2B. Se a questo aggiungiamo che il mercato dei server che supportano XML è cresciuto del 440% tra il 1999 e il 2000 e che fino al 2005 questa crescita è destinata a continuare, ci possiamo rendere subito conto dei grandi vantaggi derivanti dall’uso della tecnologia XML.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome