Home Hardware Periferiche Recensione: Xerox VersaLink c605, la modularità è la sua forza

Recensione: Xerox VersaLink c605, la modularità è la sua forza

Una delle funzioni per cui si fa apprezzare la Xerox VersaLink c605 è sicuramente la possibilità di consentire a chi si reca a visitare un’azienda di registrare il proprio arrivo e di creare in modo rapido e in totale autonomia il badge che consente l’accesso ai locali dell’azienda stessa. Ma se ci limitassimo a citare solo questa caratteristica faremmo un grave torto a una macchina che, come vuole sottolineare il nome, fa della versatilità uno dei suoi punti forza. Vediamo in dettaglio perché.

Aspetto, ingombro e pannello

Xerox VersaLink c605
Caratteristiche tecniche

Velocità di stampa: fino a 53 ppm
Alimentatore
Vassoio 1: fino a 550 fogli; Formati personalizzati: da 76×190 mm a 216×356 mm
Vassoio bypass: fino a 150 fogli; Formati personalizzati: da 76×127 mm a 216×356 mm
Qualità di stampa: fino a 1.200×2.400 dpi
Connessioni: Ethernet 10/100/1.000 Base-T, USB High-Speed 3.0, Wi-Fi 802.11n e Wi-Fi Direct con Kit Wi-Fi opzionale
(è supportata la connessione simultanea cablata e wireless),
NFC Tap-to-Pair
Tempo di uscita prima pagina: velocità massima di 10 secondi a colori / 8 secondi in bianco e nero
Dimensioni: 470×503×643 mm
e peso 36 kg

La Xerox VersaLink c605 si posiziona nella fascia alta tra le multifunzioni in formato A4 e i test confermano la superiorità di questo modello rispetto ai competitor.

L’aspetto elegante la rende quasi un complemento d’arredo, soprattutto nella versione con i cassetti inferiori aggiuntivi, nelle varianti a due cassetti (uno ad alta capacità e un altro da 550 fogli aggiuntivi) e a quattro cassetti standard.

c605_pannello touch
Il pannello touch permette l’immediato accesso alle varie applicazioni e semplifica la gestione della multifuzione

Le gambe sporgenti e disposte a croce ne garantiscono la stabilità e delineano l’area di ingombro tutt’intorno la stampante, senza compromettere la compattezza e rendendo accessibili tutte le opzioni, connessioni incluse.

Ma nel caso la si debba spostare con una certa frequenza può essere poggiata su rotelle che permettono di muoverla senza fatica.

Lo sviluppo verticale è una soluzione che abbiamo molto apprezzato e che trasforma la Xerox Versalink c605 in un totem digitale.

L’installazione modulare è a prova di utente inesperto e, come tutte le attrezzature di questa linea, non richiede supporto tecnico specializzato per il montaggio. Xerox Versalink c605 - Vista Frontale

Quando completa delle dotazioni opzionali, la VersaLink c605 assume un’altezza decisamente ragguardevole, ma ne limita molto l’ingombroCon l’installazione del driver si accede a tutte le opzioni della stampante, che si aggiungono alle applicazioni accessibili da touchscreen (come il modulo di registrazione precedentemente menzionato) e scaricabili dal sito Xerox App Gallery.

Anche su questo modello, il driver di stampa permette di gestire i consumabili in remoto, le opzioni di stampa e creare code sfruttando al massimo le configurazioni a multi cassetto. Abbiamo avuto modo di testare anche la variante con stazione di finitura e opzione per i punti metallici che arricchiscono la gamma di prodotti realizzabili dalla c605. In alternativa, il modulo per la mailbox sostituisce la finitura a dimostrazione del lavoro di progettazione di Xerox che ha privilegiato la modularità nei suoi prodotti.

Operatività e prestazioni

L’aspetto elegante non deve trarre in inganno, la Xerox Versalink c605 è una grande lavoratrice. Usa infatti un motore di stampa da 53 pagine al minuto, che permette di avere un volume totale di 120.000 pagine al mese (è il valore consigliato da Xerox).

Xerox Versalink c605 - Vista Frontale - vano toner
La sostituzione dei toner non presenta difficoltà

I toner, della stessa famiglia delle stampanti da produzione, garantiscono colori brillanti senza particolari difetti al tatto, per una stampa liscia e uniforme. Ciano, magenta, giallo e nero sono i colori primari, con toner dalla capacità variabile a seconda del tipo di utilizzo. Di base si riescono a riprodurre 6.000 pagine con le ricariche standard e fino a 18.000 con i toner ad altissima capacità.

Il pannello frontale nasconde il vano toner, mentre i tamburi e la vaschetta di recupero sono sul lato destro, subito sotto il cassetto dei punti metallici. A sinistra invece sono presenti le connessioni USB ausiliarie e un vano che può ospitare il lettore di card RFID.

In otto o dieci secondi è possibile stampare la prima pagina, rispettivamente in monocromatico o a colori. La produzione in generale può risentire delle opzioni di finitura, ma questo è un aspetto trascurabile nelle quotidiane esigenze da ufficio.

Xerox Versalink c605 - Pannello laterale - Recupero toner e tamburi
Anche la manutenzione dei tamburi e dei materiali di recupero è decisamente semplice

I modelli X e XL della Xerox Versalink c605 possono essere acquistati con il modulo scanner che integra funzionalità OCR di riconoscimento dei testi. PDF, PDF/A, XPS, JPEG, TIFF sono i formati in cui è possibile salvare le scansioni, anche su USB e in modalità multipagina e fronte e retro. La risoluzione massima è di 600×600 dpi, ottima per la maggior parte degli utilizzi da ufficio. Per i nostalgici del fax, la Xerox Versalink c605 integra funzioni di LAN Fax, Fax diretto e il più moderno inoltro dei fax via email.

A chiudere il quadro di una stampante davvero ben fatta ci sono le certificazioni energetiche, già idonee per lo standard Energy Star 3.0.

Cassetti opzionali
I cassetti opzionali aumentano notevolmente l’autonomia della multifunzione

Giudizio finale sulla VersaLink c605

Cosa ci è piaciuto

Considerato il costo non elevato per questo tipo di prodotto (il listino parte da poco meno di 3.000 euro), la c605 rappresenta la soluzione ideale per le realtà che puntano essenzialmente sul rapporto qualità/prezzo. Soddisfa i reali bisogni dei professionisti, con funzioni integrabili che completano le potenzialità e garantiscono stampe con finalità commerciali e pubblicitarie.

Cosa ci è piaciuto meno

In alcuni contesti aziendali, il formato A4 è un aspetto che può essere considerato “limitante”. Avremmo preferito trovare già nella versione base i moduli Wi-Fi e RFID, fondamentali per un utilizzo contemporaneo di più utenti. Assente anche un sensore progressivo dei punti metallici: l’utente non ha modo di sapere il residuo. Per cui è consigliabile sempre avere una scorta a portata di mano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php