Xbox stenta e le console portatili vanno a gonfie vele

Qualche delusione per i risultati natalizi della console di Microsoft negli Stati Uniti, mentre è andata meglio in Europa

Non sembra essere iniziata con il piede giusto l'avventura di Xbox. La console di Microsoft, attesa alla prova del fuoco della seconda versione, ha venduto circa seicentomila pezzi durante il periodo natalizio. Un numero che difficilmente dovrebbe permettere a Microsoft di raggiungere quei tre milioni di console in tre mesi che erano l'obbiettivo iniziale.

Un risultato figlio anche dei problemi logistici che hanno afflitto il colosso di Redmond che non è riuscita a rifornire adeguatamente i negozi nel periodo festivo.
Dando per scontato che in Giappone la console non riuscirà a sfondare a Bill Gates rimane il mercato europeo dove la società ha raccolto qualche soddisfazione in più con oltre trecentomila console vendute.

Nel frattempo sono le console portatili a registrare i maggiori successi. Psp e Nintendo Ds hanno spinto le vendite di questi apparecchi cresciuti del 6% nel 2005 a fronte di un declino del 3% delle vecchie console da tavolo e del 12% dei giochi. Un evento normale visto che si tratta di prodotti ormai giunti al termine del ciclo di vita. Come spesso succede nel mercato dei videogiochi i consumatori a un certo punto frenano gli acquist in attesa di vedere i nuovi modelli. E il 2006 sarà l'anno della Ps3 e di Revolution di Nintendo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here