X-Bow, dalla virtualizzazione alla strada

Dallara ha creato la supercar con Ktm sfruttando le caratteristiche di Pro/Engineer.

Ktm e Dallara insieme. Marchi storici, rispettivamente, nel settore delle motociclette e delle automobili da corsa, le due aziende hanno dato vita a X-Bow, vettura da strada arancione e nera con scocca di fibra di carbonio che il marchio di Varano de' Melegari (Pr) ha ingegnerizzato e sviluppato per la casa austriaca, utilizzando i software di progettazione di Ptc.

Tratti “somatici” simili a quelli di un kart, la X-Bow è stata concretizzata in pochissimo tempo, nove mesi in tutto dal bozzetto iniziale a quando la prima supercar ha messo le ruote in pista.

Partendo da un motore di fornitura Audi «anch'esso, al pari di telaio e carrozzeria, realizzato con Pro/Engineer di Ptc - ha precisato Luca Pignacca, ingegnere e responsabile della progettazione presso l'ufficio tecnico di Dallara - l'iniziativa non ha seguito la strada del prototipo fisico, bensì quella del modello virtuale, grazie al fatto di poter far leva su animazioni cinematiche e analisi strutturali. In questo modo, si guadagna tempo da dedicare ad altri aspetti del progetto e alle prove in pista e in galleria del vento, importanti per il perfezionamento aerodinamico delle vetture».

Per dare vita alle sue macchine, tradizionalmente destinate alla Formula 3 e all'americana Indy (cui si aggiungono auto sportive), Dallara dispone, infatti, di due gallerie del vento e di un organico di 180 risorse, 40 delle quali attive nell'ufficio tecnico, dove da 16 anni si fa uso della suite applicativa di Ptc, sia la parte strutturale che per la carrozzeria delle auto.

«Eventuali modifiche sui pezzi vengono automaticamente e velocemente riportate dal sistema sui disegni, così come avviene per la definizione dello stile - ha proseguito Pignacca -. Le opportunità offerte da un pacchetto completo e la parametricità di Pro/E sono fondamentali nello sviluppo dei nostri progetti e, inoltre, le caratteristiche della soluzione ci consentono un'agevole condivisione dei dati tra i partner coinvolti».

Dalle funzionalità di Pro/Intralink, infatti, software che semplifica le attività di gestione dei dati Pro/E, Dallara sta aprendo l'orizzonte a un'estensione più completa delle informazioni verso altre aree aziendali, per un'integrazione che intende superare i confini tradizionali dell'ufficio tecnico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome