World Online taglia le spese e riduce le perdite

World Online International, l’azienda che proprio in questi giorni sta per concludere la trattativa di fusione con Tiscali, ha annunciato che le perdite relative al bilancio del terzo trimestre sono in calo rispetto alla trimestrale precedente. Il meri …

World Online International, l’azienda che proprio in questi giorni
sta per concludere la trattativa di fusione con Tiscali, ha
annunciato che le perdite relative al bilancio del terzo trimestre
sono in calo rispetto alla trimestrale precedente. Il merito della
ripresa viene attribuito alle strategie di riduzione dei costi e alla
rinuncia all’offerta di condizioni di accesso "a scatto zero" sul
mercato britannico. L’Isp olandese ha inoltre fatto sapere che gli
oneri a copertura della manovra di ristrutturazione e riduzione del
personale verranno contabilizzati nel quarto trimestre. Lo scorso
maggio, tra mille polemiche, World Online aveva sostituito la
fondatrice e amministratrice Nina Brink con James Kinsella, dopo che
la società di Rotterdam aveva perso il 70% del valore di Ipo in tre
mesi di quotazione. Il fatturato, che viene giudicato ancora troppo
poco consistente, ammonta a 59,9 milioni di Euro contro i 55,4 del
trimestre precedente. Il fatturato derivante dalla pubblicità e dalle
transazioni di e-commerce sul sito Web di World Online è aumentato
del 50%, a 4,8 milioni di Euro. La perdita complessiva, prima di
interessi, tasse e ammortamento si sono ridotte a 94,9 milioni di
Euro contro i precedenti 103,7 milioni. Allo scorso settembre risale
la decisione di cancellare l’offerta di accessi "flat rate",
riservata agli abbonati inglesi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome