Workstation per utenza business da Lenovo

Vendute tramite canale two tier. In futuro, rivenditori specializzati su questi prodotti

Prima i server, dopo i subnotebook (che verranno annunciati ufficialmente a breve) ora le workstation. Lenovo sceglie di specializzarsi su mercati mission critical, cioè su mercati verticali. Con le nuove workstation, identificate dal nuovo brand ThinkStation, il vendor cinese ne annuncia la prima famiglia indirizzata a un'utenza professionale che richiede pc ad alte prestazioni.

«I nostri prodotti - spiega Manuela Antronaco, business development manager ThinkStation di Lenovo Emea e South East - sono rivolti a mercati specifici quali Cad/Cam, digital content creation, Eda, ovvero la creazione di nuovi software, progettazione, ingegnerizzazione, produzione e controllo della qualità, Gis/aec, Oil & Gas e, ancora Finance/Insurance».

Dal gennaio 2008, Lenovo ha, infatti, acquisito alcuni brevetti e tecnologie da Ibm, tra cui le workstation per renderle, ora, un prodotto professionale.
L'aziende presenta quindi workstation sia desktop che mobile e si differenziano dai pc in primo luogo per le certificazioni Isv. Hanno, inoltre, una grafica OpenGl & direct certificata, chipset e Cpu più potenti.

I modelli sono l'S10 (single socket) e D10, con due processori e caratterizzati, perciò, da una grossa potenza di calcolo e destinata a software che necessitano molta Ram. C'è, poi, ThinkPad W700 Workstation, che ha garantita un'autonomia di 4 ore, prima worsktation mobile a 17” dal peso di 3,8 kg.
I prodotti hanno prezzi che vanno dai 2.500 euro in su, Iva esclusa, hanno tre anni di garanzia con possibilità di estensione fino al quarto o quinto anno.
L'offerta è venduta tramite il canale distributivo di Lenovo (Computer Gross, Esprinet, Ingram Micro e Tech Data). Prevista, più avanti, la certificazione di rivenditori specifici su questi prodotti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome