Wolters Kluwer: il commercialista darà valore

Il mercato dei software per i professionisti della contabilità in Italia è fatto dai big four. Il perimetro ce lo ha dato Pierfrancesco Angeleri, responsabile della divisione Tax & Accounting di uno dei quattro, Wolters Kluwer. Gli altri tre sono Zucchetti, Teamsystem e Sistemi, "contro" i quali la società che ha assorbito realtà del professionale come Ipsoa od Osra oppone la propria offerta gestionale.

Una software house - La società che ha quartier generale ad Assago, Milano, ne parla adesso perché il lungo processo di integrazione delle varie acquisizioni fatte negli anni è terminato. «ora siamo una importante software house italiana. Una divisione, la Tax & Accounting, che fa 946 milioni di euro nel mondo, fra America, Far East e parte di Europa». In Italia Wolters Kluwer fornisce i propri software a 16mila studi professionisti (che a propria volta servono 1 milione di imprese) per la produzione di 3 milioni di dichiarativi all'anno, e a 20mila imprese.

Trasformazione in atto - Numeri che possono essere soddisfacenti, ma che sono destinati a cambiare, perché, come ha detto Angeleri, «il lavoro del commercialista è in trasformazione. Anche lui dovrà  trasmettere più valore, oltre che efficienza». Come questo dovrò accadere non è ancora definito appieno e molto dipenderà dagli sviluppi software che la società ha impostato.

Dalle suite in su - Base di partenza sono le suite di prodotti che coprono l'intero ciclo, dato che gli studi associati sono una realtà: fiscale, lavoro (paghe, rilevazione presenze), azienda (Erp integrato con il commercialista, Crm, e-commerce) servizi cross (archiviazione, gestione studio, privacy anti riciclaggio, collaborazione studio/azienda (che è un'area di sviluppo strategico per Wolters Kluwer, insieme alla gestione dello studio con performance sotto controllo, all'Erp Arca da integrare con il professionista, importare i documenti con strumenti efficienti.

Sviluppo italiano - Tutto ruota attorno alla creazione di software, che è in mano a Sergio Boaretto in qualità di direttore sviluppo software Tax & Accounting, fatto con 238 persone, età media 41 anni, seniority media 14 anni, in varie sedi sul territorio.
C'è una software factory a San Mauro Torinese che sviluppa la suite integrata B.Point, Direzione Studio, Webdesk (Osra): ad Assago si fa Sistema Professionista (Ipsoa), a Mezzocorona il payroll, l'Erp Arca si sviluppa a Vicenza (Artel), ad Avellino il resto (Ark).

Cloud e futuro - Le soluzioni gestionali di Wolters Kluwer sono già posizionate sul cloud (Microsoft Azure), come Webdesk, su PaaS, o Sistema professionista su IaaS. Ma intanto si stanno macinando le nuove versioni, quelle con cui i commercialisti e gli studi professionali potranno oltre che fare le cose per bene, "dare valore". Lo si fa investendo un quarto del tempo in ricerca, sviluppando per piattaforme mobile, in html 5, curando la responsiveness, usando metodologie agile e un approccio cosiddetto "personas", in cui il software tiene conto degli archetipi degli utilizzatori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here