Windows XP SP2 “virtualizzato” per valutare la migrazione ad IE7

La soluzione permette di provare contemporaneamente le due versioni del browser senza problemi di compatibilità ed instabilità.

Microsoft mette a disposizione gratuitamente una versione di Windows XP
SP2, già attivata e senza costi di licenza.

L'iniziativa è rivolta nei
confronti di tutti coloro (in genere, sviluppatori ed aziende) che stiano
valutando la migrazione da Internet Explorer 6 ad Internet Explorer 7.


Questa versione "speciale" di Windows XP è eseguibile da una macchina
virtuale servendosi di Virtual PC 2004, la soluzione per la virtualizzazione che
il colosso di Redmond ha iniziato a distribuire gratuitamente a partire dal mese
di Luglio scorso.

L'immagine di Windows XP SP2 con Internet Explorer 6
ed "Internet Explorer 7 Readiness Toolkit" viene distribuita in formato .VPC,
direttamente supportato da Virtual PC (Microsoft prevede di rendere free anche
la versione 2007 dopo averne esteso la compatibilità con Windows Vista).


Per il momento il file VPC è disponibile solo in inglese ma Microsoft
sta valutando la possibilità di rilasciarlo anche in altre lingue.

Il
sistema operativo sarà comunque utilizzabile sino al 1° Aprile 2007, data oltre
la quale non sarà più permesso fruire di questa soluzione che permette di
provare contemporaneamente le due versioni del browser senza problemi di
compatibilità ed instabilità (esistono dei "workarounds" per usare IE6 ed IE7
sulla stessa macchina ma Microsoft ha dichiarato di non intenderli supportare
direttamente).

Anche gli utenti di Mac OS potrebbero essere spinti a
convertire l'immagine .VPC ricorrendo all'utility "Transporter" parte del
software di virtualizzazione Parallels, ancora in versione beta. VMware, stessa,
permette di importare e gestire file in formato Virtual PC.


Microsoft Virtual PC 2004 in italiano è prelevabile gratuitamente da questa pagina.
L'immagine VPC di Windows XP SP2 è scaricabile facendo riferimento a questa pagina (in inglese).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome