Windows Vista: ecco le versioni e i requisiti

Microsoft ufficializza il numero e le denominazioni delle prossime versioni di Windows Vista e rilascia alcune specifiche sui requisiti hardware.

giugno 2006
Microsoft ha comunicato
che Vista verrà immesso sul mercato in sei versioni,
alle quali se ne aggiungeranno altre due specifiche per il mercato
europeo

, contraddistinte dalla lettera N.
Vista Home Basic (senza interfaccia Aero)
e Vista Home Premium saranno le due versioni per l'utenza
consumer, mentre professionisti e aziende potranno scegliere tra Vista
Business o Vista Enterprise,

quest'ultima disponibile solo via volume licensing.
Ci sarà poi una versione
Ultimate

, che dovrebbe raccogliere il meglio della funzionalità per il consumer e il meglio di quelle incluse nella versione per le aziende.
È prevista anche una Starter Edition
, che verrà commercializzata solo sui pc nuovi venduti nei Paesi in via di sviluppo, mentre sembra essere scomparsa dalla pianficazione una versione specifica per il mondo delle piccolo imprese.
In questo caso, Microsoft avrebbe scelto di integrare tutte le funzionalità necessarie nell'unica versione Vista Business.


Razionalizzazione, dunque.

Scompaiono le versioni specifiche del sistema operativo
per Media Center e per Tablet Pc
, dal momento che le funzionalità specifiche saranno integrate sia in Vista Home Premium, sia in Vista ultimate Edition.
Per quanto riguarda Tablet Pc, poi, le funzionalità relative saranno integrate in Vista Business e Vista Enterprise.
Quanto alle versioni destinate al solo mercato europeo, per intendersi quelle prive di Media Plaeyer, si chiameranno Vista Home Basic N e Vista Business N.


Nel comunicare la lista ufficiale delle versioni del nuovo sistema operativo, Microsoft ha rilasciato anche alcune note sui requisiti hardware necessari per supportarlo.
Dal punto di vista della
Cpu

, si fa cenno alle versioni di fascia media dei processori Intel e Amd : bastano per supportare le funzioni base del sistema operativo.
In ogni caso, è il consiglio di Microsoft, i processori di fascia superiore sono l'ottimale e non c'è dubbio che questa è l'occasione giusta per pensare seriamente a un passaggio ai 64 bit.

Per quanto riguarda la memoria
, 512 Mb dovrebbero essere sufficienti, ma se il carico applicativo è pesante, meglio allora avere 1 Gb di Ram a disposizione.

E veniamo
alla grafica
. Pur rimandando la pubblicazione delle liste delle schede video in grado di supportare il sistema operativo, Microsoft fin da ora specifica la necessità che queste supportino Wddm (Windows Display Driver Model).
E a chi stesse per acquistare ora un pc precisa: meglio evitare schede grafiche di fascia bassa, meglio scegliere un design con Pci o Pci Express separate, se però si dovesse optare per un modello con grafica integrata, meglio indirizzarsi verso le inyerl 945G o Ati Rs400 o Rs480.

Infine, per quanto concerne la capacità del
disco, Microsoft non fa raccomandazioni particolari. Sottolinea però che
Ncq
(Native Command Queuing) è meglio di Ide (Integrated Drive
Electronics) e che è forse preferibile avere la garanzia di poter aggiungere
hard disk ulteriori nel tempo che partire subito con un hard disk di capacità
massima.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here