Windows Server si fa in otto

Al TechEd di Barcellona, davanti a una platea di oltre 5.000 professionisti It, Bob Kelly, corporate vice president Infrastructure Server Marketing di Microsoft, ha annunciato le nuove versioni di Windows Server 2008, confermando il 27 di febbraio come …

Al TechEd di Barcellona, davanti a una platea di oltre 5.000 professionisti It, Bob Kelly, corporate vice president Infrastructure Server Marketing di Microsoft, ha annunciato le nuove versioni di Windows Server 2008, confermando il 27 di febbraio come data di rilascio mondiale.

Questo almeno nelle cinque versioni che non integrano il tool di virtualizzazione, che sarà reso disponibile nella seconda metà del prossimo anno.

Il sistema operativo sarà disponibile in otto pacchetti differenti, tre dei quali con il tool di virtualizzazione integrato chiamato Hyper-V, il nome dato al progetto di virtualizzazione di casa Microsoft conosciuto fino a ora come Viridian. Hyper-V oltre che essere inserito in alcune versioni di Windows Server, potrà essere acquistato a parte.

Si completano, quindi, i pezzi del puzzle della virtualizzazione che beneficiano dell'hardware con supporto nativo reso disponibile da Intel con VanderPol e Pacifica di Amd, un mercato in crescita esponenziale, se si stima che il 50% di server venduti implementano la virtualizzazione.

Microsoft ha, inoltre, annunciato il programma Server Virtualization Validation Program, che permetterà alle società hardware e software di testare e ottimizzare le applicazioni per Hyper-V.

«Microsoft ha esposto un approccio consapevole e razionale alla virtualizzazione - ha commentato Francesco Tamba, technical consulting manager di Progel, Business partner di Microsoft presente alla manifestazione -, coprendone tutti gli aspetti in un'offerta a 360°: Hyper-V, System Center Virtual Machine Manager, Application Virtualization sono tutte componenti a disposizione dell'It, che abilitano le richieste del business nella modalità più integrata, rapida, sicura e conveniente». Il sistema operativo sarà disponibile a 32 o 64 bit in ogni versione tranne che per Itanium, il cui supporto sarà dato solo ai 64 bit. Sarà anche disponibile un database interno in ogni release, una sorta di versione lite di Sql Server 2005.

Non sono stati comunicati i prezzi in euro, ma si stima che saranno in linea con quelli di Windows Server 2003. Windows Server 2008 Standard (999 dollari) ha la possibilità di gestire fino a cinque client e una macchina virtuale; Windows Server 2008 Enterprise (3.999 dollari) gestisce fino a 25 utenti, con quattro istanze di virtualizzazione; in Windows Server 2008 Datacenter (2.999 dollari), le licenze vengono gestite a seconda dei processori installati nel sistema con creazione di un numero di macchine virtuali massimo in base alle potenzialità dell'hardware; Windows Server 2008 for Itanium (2.999 dollari) è una versione specifica per i processori Itanium; Windows Web Server 2008 (469 dollari) è specifico per gestire siti Internet, integra al suo interno Internet Information Services 7.0, Asp.Net e .Net Framework. Le versioni Standard, Datacenter ed Enterprise saranno, poi, disponibili senza Hyper-V a un costo rispettivamente di 971, 2.971 e 3.971 dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here