Windows e Office cambiano parzialmente nome

Sembra montanissimo (ma non lo è poi tanto) il tempo in cui Bill Gates disse che Internet era un fenomeno passeggero. Oggi Microsoft punta forse più di altri sulla Rete, al punto da cambiare nome ai propri prodotti di punta, per enfatizza …

Sembra montanissimo (ma non lo è poi tanto) il tempo in cui Bill
Gates disse che Internet era un fenomeno passeggero. Oggi Microsoft
punta forse più di altri sulla Rete, al punto da cambiare nome ai
propri prodotti di punta, per enfatizzarne l'evoluzione tutta
Web-oriented. Le prossime versioni di Windows e Office, infatti,
adotteranno il suffisso xp, che identifica il termine "experience"
(esperienza) come passaggio da un uso individuale dei prodotti a uno
più condiviso e integrato.
Di fatto, dunque, spariscono le identificazioni con gli anni di
uscita dei prodotti. Windows xp è il nome ufficiale che prenderà
Whistler, nuovo sistema operativo consumer (ma con il codice base di
Nt/2000) atteso per la seconda metà di quest'anno. L'Os avrà
caratteristiche di tipo "always on" (senza più necessità di
rieseguire il boot) e la capacità di connettere più pc in una stessa
casa, offrirà una grafica più accattivante e il supporto di un più
ampio numero di periferiche, come fotocamere digitali o Mp3 player.
Office xp arriverà prima, cioè verso metà 2001, continuerà o
integrare wordprocessor, foglio elettronico ed e-mail, ma avrà
caratteristiche che consentiranno agli utenti di lavorare su
documenti e progetti insieme, Hotmail e Msn Messenger disponibili
direttamente da Outlook e smart tag, che consentiranno di legare
elementi di un'applicazione a informazioni che risiedono su un'agenda
o sul Web. Chiaramente, la decisione di Microsoft lascia intendere
che la versioni .Net di Windows e Office non sono un progetto a breve
scadenza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here