Windows 8.1 in preview il 26 giugno

Non sarà un service pack ma un aggiornamento disponibile gratuitamente, tramite download da Windows Store, per chi già dispone di Windows 8 o di Windows RT.

L'ufficializzazione è arrivata nella giornata di ieri con la partecipazione di Tami Reller, Chief Marketing Officer e Chief Financial Officer di Microsoft alla JP Morgan's Technology, Media and Telecom Conference di Boston.
Pochi giorni dopo l'annuncio del raggiungimento del tetto dei 100 milioni di licenze consegnate per Windows 8 e a breve distanza da quella prima ammissione di necessità di rivisitazione di alcuni aspetti del nuovo sistema operativo, è toccato alla manager fare il punto, confermare e sintetizzare una serie di voci che da tempo si rincorrono.

Abbandonata ormai la definizione di Windows Blue, usata nei mesi scorsi, il primo importante aggiornamento di Windows 8 si chiamerà Windows 8.1, sarà disponibile nel corso dell'anno, probabilmente tra il mese di agosto e quello di settembre, e, soprattutto, andrà in public review a partire dal prossimo 26 giugno.
In quella data, infatti, l'anteprima sarà presentata in occasione della Build Developer Conference di San Francisco.

Non sarà un Service Pack, su questo Microsoft è chiara, bensì un aggiornamento che verrà reso disponibile gratuitamente a tutti coloro che già dispongono di Windows 8 o di Windows RT, tramite download da Windows Store.

Proprio allo Store è stata dedicata una riflessione sia da Reller, sia in un post pubblicato su uno dei blog di Microsoft nelle scorse ore [http://blogs.windows.com/windows/b/bloggingwindows/archive/2013/05/14/windows-keeps-getting-better.aspx]: attualmente ospita più di 70.000 applicazioni e molte altre sono in arrivo.
Le stime sulle attività avvenute sullo Store parlano di un totale di 250 milioni di download nel corso di questi primi sei mesi.

I miglioramenti ai difetti nell'usabilità riscontrati nel nuovo sistema operativo sono in arrivo e Reller promette anche miglioramenti prestazionali, affidando in ogni caso un ruolo chiave agli OEM che in questi mesi hanno rilasciato macchine macchine di nuova concezione - si parla di laptop touch con un entry price di 400 dollari - e che si apprestano a rinnovare le loro offerte proprio nei prossimi mesi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here