Wind approfitta dell’unbundling

Fabiano Liconti, capofamiglia del nucleo Liconti-Donzelli è il primo utente del servizio telefonico nazionale che, spezzando il monopolio in vigore da più di cento anni, migra verso un altro gestore portando con se il proprio numero telef …

Fabiano Liconti, capofamiglia del nucleo Liconti-Donzelli è il primo
utente del servizio telefonico nazionale che, spezzando il monopolio
in vigore da più di cento anni, migra verso un altro gestore portando
con se il proprio numero telefonico. Un gesto che, se sono veritiere
le analisi di mercato presentate da Wind, oltre 5 milioni di utenti
appartenenti ad una fascia medio alta si apprestano ad imitare.
Da giovedì 15 febbraio 2001 è infatti diventata operativa la
liberalizzazione completa dell'ultimo miglio di linea telefonica
fissa. Lo ha confermato l'amministratore Delegato di Wind, Tommaso
Pompei, che, coadiuvato dal Direttore Area Sviluppo, ing. Emilio
Frezza, ha presentato l'offerta commerciale per l'unbundling local
loop con cui "Wind si candida ad essere considerata alternativa a
Telecom su tutta la gamma dei servizi offerti"
, ha ancora
precisato Pompei, quasi a sottolineare lo stacco con gli altri
competitors e la possibilità, ormai prossima, di un sorpasso nei
confronti dell'ex monopolista.
I cittadini di Roma e Milano possono già contattare il servizio
clienti Wind (chiamando il 158 e il 159) per prenotare l'accesso alla
"rete arancione" che sarà allacciata gradualmente nel corso dei
prossimi mesi, compatibilmente alla disponibilità di collegamento
alle centrali che Telecom fornirà a Wind.
La previsione operativa è cadenzata in tre fasi: già ora 3 centrali a
Roma e tre centrali a Milano garantiscono la disponibilità di
allaccio al 5% del mercato potenziale. Da maggio l'offerta dovrebbe
estendersi a Torino, Firenze, Napoli, Messina, Palermo con la
disponibilità all'abilitazione di 33 centrali Telecom e una copertura
del 13% del mercato. Da settembre il servizio dovrebbe essere esteso
gradualmente ad altre 26 città assicurando una copertura media del
54% dei distretti telefonici.

Per il mercato residenziale - La proposta Wind per le famiglie e per
il mercato residenziale si articola in tre tipologie:

* Linea Wind - Propone all'utente di scegliere Wind come unico
operatore telefonico della famiglia per fisso, mobile e Internet. Con
105.000 al mese (IVA compresa) l'utente effettua telefonate urbane e
interurbane illimitate, usufruisce di 20 ore di collegamento gratuito
ad Internet e di uno sconto del 10% sul costo delle chiamate
internazionali. Infine le sue chiamate indirizzate ai cellulari Wind
costeranno 150 lire al minuto (senza scatto alla risposta).
Inizialmente l'offerta è indirizzata solo ai clienti che dispongono
di linee analogiche, ma in seguito saranno allacciare anche le linee
ISDN e ADSL.
* TuttoWind - Sarà operativo dalla prossima estate. Con un
"contributo" iniziale per l'accesso alla rete di 20.000 lire (IVA
inclusa) si attiva un numero di rete fissa diretta Wind e un
abbonamento al mobile. Una volta raggiunte 120.000 lire di spesa
telefonica mensile complessiva (fisso + mobile) sono rimborsate le
20.000 lire del "contributo" iniziale e le 10.000 equivalenti alla
tassa di concessione Governativa, necessarie per l'abbonamento mobile.
* WindFlat - Operativo dal 26 febbraio prossimo, il piano tariffario
a forfait permette, a fronte di una spesa di 90.000 lire al mese (IVA
inclusa), di effettuare telefonate urbane ed interurbane illimitate,
di usufruire di uno sconto del 10% sulle telefonate internazionali e
di chiamare i telefoni cellulari Wind al costo di 240 lire al minuto
(IVA inclusa), senza scatto alla risposta.

La proposta per le Aziende - L'offerta, che non prevede canoni e mira
ad integrare fisso, mobile e Internet, si differenzia in due segmenti:

* le aziende con almeno 10 linee possono sottoscrivere un contratto
annuale cui si applica il piano tariffario WindTop, una scala di
sconti progressiva, senza alcun addebito per l'attivazione.
* le aziende con meno di 10 linee accedono all'Unbundling Local Loop
di Wind aderendo al piano tariffario WindOffice.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here