Web portal: Lycos rimane indipendente, Pointcast nelle mani di Idealab

é terminata ancora prima di iniziare l’avventura fra Usa Networks e Lycos, dopo che nei giorni scorsi varie indiscrezioni avevano informato circa un sensibile raffreddamento delle intenzioni di acquisto del portal da parte del provider americano

é terminata ancora prima di iniziare l'avventura fra Usa Networks e Lycos,
dopo che nei giorni scorsi varie indiscrezioni avevano informato circa un
sensibile raffreddamento delle intenzioni di acquisto del portal da parte
del provider americano. Raggiunto all'inizio di febbraio con l'intento di
combinare i relativi servizi a catalogo per il mondo delle applicazioni di
commercio elettronico, l'accordo (valutato a suo tempo nell'ordine dei 18
milioni di dollari) sembra essere a questo punto sfumato in modo definitivo
per la ripetuta opposizione sollevata dagli azionisti di Lycos, per altro
mai troppo favorevoli al buon esito dell'operazione di fusione. Stando a
fonti vicine alle due società rimangono comunque aperte possibili
collaborazioni nell'ambito dello sviluppo di piatatforme di e-commerce da
indirizzare alle oltre 15.000 aziende oggi gestite da
TicketmasterOnline-CitySearch, una sussidiaria di Usa Networks. Per
un'acquisizione di Web portal sfumata, eccone, invece, una seconda pronta a
essere perfezionata nel breve termine. PointCast, infatti, società di
spicco nell'ambito dei cosiddetti servizi di push technology ha confermato
le fasi avanzate di una trattativa che la vedrebbe essere assorbita
completamente (i dettagli finanziari dell'operazione non sono ancora noti
ma dovrebbero riflettere i negativi risultati di PointCast degli ultimi
anni) ) dall'americana Idealab e fusa (in termini di attività) in
Launchpad, una sussidiaria di quest'ultima impegnata con tecnologie
proprietarie (eWallet) nel mercato del commercio on line.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here