Home Prodotti Sicurezza VUpoint NVR di Risco combina video live, registrazione e verifica d’allarme

VUpoint NVR di Risco combina video live, registrazione e verifica d’allarme

Risco è stato spesso un precursore nel mondo della sicurezza. E anche il nuovo VUpoint NVR va in questa direzione. Si tratta infatti della prima soluzione video a “triplice azione” ovvero che combina al proprio interno video live, registrazione e video verifica dell’allarme.

Progettata per applicazioni residenziali e PMI, è dotata dell’esclusiva tecnologia P2P, VUpoint NVR abilita installazioni plug&play, oltre a essere completamente integrata con i sistemi di sicurezza professionali Risco connessi al Cloud. Mentre le soluzioni TVCC tradizionali supportano funzioni di live view e playback di quanto registrato, VUpoint è la prima soluzione ad aggiungere anche le notifiche push in tempo reale con immagini e clip video di 30 secondi inviati direttamente allo smartphone dell’utente o alla vigilanza, al fine di facilitare un intervento nel tempo più breve possibile.

L’infrastruttura cloud trasmette notifiche push, clip video e immagini assicurando anche ridondanza di archiviazione: le immagini e le clip, infatti, restano a disposizione anche nel caso in cui l’NVR venga rimosso o distrutto. Inoltre, il cloud offre avanzate garanzie di sicurezza e privacy e un doppio livello di protezione che utilizza una cifratura dei dati sofisticata e credenziali di accesso variabili.

Il back-up è su cloud

Gli utenti possono infatti contare su un back-up degli allarmi su Cloud – certificato ISO 27001 per la sicurezza delle informazioni (Risco usa Azure di Microsoft) – per non perdere le prove (foto e clip video) in caso di furto o rottura dell’NVR. A ciò va aggiunto che la tecnologia di sicurezza con token di Risco assicura elevati livelli di cyber security e video privacy.

“VUpoint NVR rappresenta l’esempio concreto della nostra volontà di ridefinire gli standard di sicurezza a tutto tondo, garantendo affidabilità e protezione senza dimenticare cyber security e privacy – afferma Ivan Castellan, Branch Manager di Risco Group Italia e di migliorare costantemente l‘usabilità e l’esperienza offerta dalle nostre soluzioni, anche dal punto di vista degli installatori: collegare le telecamere ONVIF e P2P è finalmente un processo semplice, veloce e plug&play che non richiede alcuna configurazione di router”.

La soluzione integrata VUpoint NVR di Risco vanta infatti un’ampia varietà di componenti video e di allarme, offrendo all’installatore la possibilità di personalizzare la soluzione di sicurezza e soddisfare contestualmente le necessità di qualsiasi installazione.

Infatti, VUpoint NVR consente di connettere facilmente telecamere ONVIF di terze parti (acquistando licenze video) o la linea professionale VUpro di Risco (licenze fornite gratuitamente) senza alcuna configurazione del router. Inoltre, la nuova soluzione NVR permette agli installatori di adottare telecamere speciali o di riutilizzare telecamere IP esistenti, anche se non di Risco.

Da evidenziare che gli NVR supportano hard disk fino a 6 TB (non sono in dotazione) e sono disponibili in 4 modelli: 4 canali, 4 canali con 4 porte PoE, 8 canali con 8 porte PoE e 16 canali.

Non solo VUpoint NVR

Assieme a VUpoint NVR, Risco ha presentato anche la nuova ProSYS PLUS, che diventa l’unica centrale superibrida sul mercato della sicurezza a supportare la video verifica tramite sensori radio dotati di fotocamera, sia da interno sia da esterno; RisControl, la nuova tastiera grafica che integra tutte le funzionalità dei sistemi Risco, ovvero antintrusione, video e Smart Home; la videocitofonia integrata nel Cloud di Risco, tramite Protocollo P2P come VUpoint. “Questi prodotti saranno disponibili entro marzo“, precisa Castellan.

“In un settore fortemente competitivo dove l’utente finale spesso decide di affidarsi al fai-da-te – conclude Castellan – la strategia, ma anche la chiave del successo, di Risco è di investire sempre più in ricerca e innovazione, per sviluppare soluzioni professionali, e in attività di formazione volte a supportare il proprio canale”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php