Voice-text message, la nuova killer application

Una società di SIngapore in collaborazione con Ericsson lancia un nuovo servizio che permette di inviare messaggi vocali

Arriva da Singapore la prossima killer application per i cellulari. La
ricerca dei carrier di un nuovo successo come quello degli Sms potrebbe infatti
concludersi, almeno per il momento, con il voice-text service proposto
da Bubble Motion.
La società che ha sede nella città stato dove
tutto è lindo e pulito ha realizzato negli uffici indiani di Bangalore (la nuova
Mecca del software) in collaborazione con Ericsson una
soluzione che permette di inviare messaggi utilizzando la voce al posto della
tastiera del telefonino.


Un servizio diverso dal messaggio lasciato in segreteria telefonica e che fa
concorrenza agli Sms. Introdotto in Malaysia grazie a una partnership con
DiGi.com e a Singapore attraverso un accordo con MobileOne, ha raccolto un
incredibile successo.In Malaysia il 36% degli utenti di DiGi utilizza
questo nuovo tipo di messaggi
che costa due centesimi di euro e nella
prima settimana di lancio sono stati inviati circa ottantamila messaggi ogni
giorno. Il successo è dovuto anche allo scarso interesse riscosso dagli Sms in
alcuni Paesi del continente.
In molti hanno qualche difficoltà a scrivere
messaggi di testo utilizzando l'alfabeto latino deille tastiere dei cellulari.

Ericsson ora
punta a introdurre il servizio anche in Europa.
Visto il successo
ottenuto in Italia da Sms e Mms (i messaggi con le foto) è facile immaginare che
un servizio simile potrebbe trovare fertile terreno fra gli teenager, ma non
solo, nostrani. Che già ora costituiscono un importante mercato per le società
di telecomunicazioni. Secondo gli ultimi dati Assinform i servizi a valore
aggiunto per quanto riguarda il mobile valgono 1.550 milioni di euro con una
crescita del 31,4% rispetto al 2004.


 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here