Vivaldi è un browser per Windows, macOS e Linux che si pone come alternativa ai “soliti noti” e che si differenzia come concezione dagli altri navigatori web: lo abbiamo descritto in dettaglio qui. Con l’ultimo aggiornamento, Vivaldi 1.8, è stato rinnovato e riprogettato uno degli strumenti più utilizzati di un browser: la cronologia.

La History, la Cronologia di un browser è uno strumento indispensabile e molto potente, perché consente di “ripescare” in maniera veloce, dall’archivio di link di cui l’app tiene automaticamente traccia, una pagina che abbiamo già visitato. Tuttavia solitamente le cronologie dei browser non sono molto amichevoli da sfogliare, con i loro interminabili elenchi di titoli di pagine. Pertanto molti di noi trovano più rapido semplicemente cercare di nuovo sul web una determinata pagina, piuttosto che andarla a ripescare dalla Cronologia.

In effetti gli altri browser (afferma sul blog, nel post di presentazione dell’aggiornamento, Jon von Tetzchner, fondatore di Vivaldi Technologies e co-fondatore all’epoca di Opera Software, uno quindi che di browser ne mastica molto e da molto tempo) desiderano che ci comportiamo così, poiché le “royalty sulle ricerche sono parte del loro modello di business”. Non ci facilitano dunque l’uso della cronologia.      

Vivaldi

Gli sviluppatori di Vivaldi la pensano diversamente e hanno introdotto un nuovo approccio nella gestione della cronologia. Invece che un approccio bottom-up della classica lista di pagine (o meglio, oltre a questo) hanno adottato un approccio top-down, che parte da panoramiche mensili, settimanali e giornaliere. Queste panoramiche, che risultano familiari grazie alla somiglianza con i tradizionali calendari, offrono molte più informazioni e strumenti che non semplici liste di pagine, quali grafici, filtri, rapporti sulle attività, raggruppamenti per domini. Tutte queste informazioni, sottolineano gli sviluppatori di Vivaldi, rimangono private e locali sul computer: non vengono collezionate dall’azienda che non cerca di monetizzarle.

La revisione della History è la novità più importante ma non l’unica di Vivaldi 1.8: altre funzioni nuove o migliorate sono la possibilità di creare note con il drag&drop, il mute dei suoni nei tab, e altri miglioramenti sparsi.

Maggiori informazioni sul sito di Vivaldi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome