VideoLAN Client – Il player audio e video universale

Il problema Avere un player audio e video leggero e completo, per leggere i più diffusi formati multimediali La soluzione VLC è il player universale che può sostituire i programmi finora utilizzati

Febbraio 2006 VideoLAN Client, abbreviato in VLC, è un player
multimediale costruito per rispondere a tutte le esigenze multimediali di cui
si ha bisogno.

VLC, infatti, non è solo un player di formati audio (WAV, MP3, OGG,
WMA e via dicendo) e video (MPEG-1, MPEG-2, MPEG-4, DivX, Xvid, AVI, ASF, VOB,
WMV e altri ancora) ma anche un lettore di CD audio, di DVD e di Video CD.

A tutto questo aggiunge la possibilità di essere usato come lettore
di file in streaming da Internet, siano essi progetti audio o video.

VLC può anche essere utilizzato, ma questo va al di là degli
scopi di questa scheda, come server per mettere a disposizione i propri contenuti
in streaming sulla rete.

VLC è un software libero, rilasciato con licenza GPL, e multipiattaforma
(vi sono versioni per MAC e Linux). è un programma completo e leggero,
sicuramente un ottimo sostituto di Windows Media Player in sistemi poco potenti
e comunque un'alternativa da prendere in considerazione per la sua flessibilità
(per vedere un filmato compresso in DivX, ad esempio, non serve scaricare alcun
codec, cosa da farsi invece per Windows Media Player).

L'installazione
Il programma si installa cliccando sull'omonimo pulsante del DVD allegato
a PCOpen e seguendo le istruzioni a video.

Durante la procedura si può scegliere se attivare il plug-in per Firefox
e per gli activeX, nonché scegliere di associare i formati audio e video
desiderati a VLC in modo che il player si avvii automaticamente quando si incontrano
questi file.

VLC legge la lingua impostata nel sistema e la usa di default, quindi se avete
Windows in lingua italiana anche VLC si avvierà in italiano.

Avviato il programma ci troviamo di fronte la scarna interfaccia di default
chiamata wxWindows (poi vedremo come modificarla).

Per avviare la riproduzione dei file si può fare drag-and-drop “trascinando”
direttamente i file da gestione risorse sulla finestra di VLC, altrimenti si
clicca sul primo pulsante a sinistra (freccia in alto) o si utilizza il menu
File scegliendo l'opzione desiderata. La finestra che si apre
consente di selezionare file singolarmente o a gruppi (usando i tasti SHIFT
o CTRL) cliccando su Sfoglia, mentre se si vogliono aggiungere tutti
i file di una cartella è più veloce cliccare sul menu File,
Open directory e selezionare la cartella.

Tutti i file aggiunti, siano essi audio o video, entrano a far parte di una
playlist: per aprirla cliccare su Visualizza, Playlist o sull'ultimo
pulsante a destra.

La playlist può essere salvata, per usi futuri, nello stesso formato
usato da WinAmp con cui è perfettamente compatibile. Si possono usare
le opzioni di ripetizione e/o di rimescolamento per variare l'ascolto
o la visione dei file.

Per avviare un disco (DVD con menu iniziale, DVD senza menu, Video CD o CD
audio) si fa riferimento alla linguetta Disco della finestra Apri
indicando semplicemente il tipo di disco e il percorso.

Dopo il caricamento del disco, VLC attiva il menu “navigazione”
che consente di selezionare i capitoli e le tracce da ascoltare o vedere. è
possibile aprire un DVD memorizzato sul disco fisso semplicemente scrivendone
il percorso sulla casella in alto (ad esempio: “dvd://D:/video/starwars”).

L'ultima opzione di apertura riguarda i file in streaming da internet:
in questo caso si sceglie la linguetta Rete, si seleziona un protocollo
(UDP, RTP, HTTP e via dicendo) e si scrive l'indirizzo Web.

Tutte le opzioni dei codec audio e video (sia in entrata che in uscita) sono
regolabili dal menu Impostazioni, Preferences.

Le opzioni sono veramente moltissime: alcune di esse sono destinate solo agli
esperti e sono visibili cliccando sulla casella Opzioni avanzate in
basso a destra.

Tra le più utili vi sono quelle di Audio, Filters che consentono di
normalizzare il volume di ascolto e di impostare l'equalizzatore.

Cliccando su Input, Codecs, Advanced si possono
selezionare i percorsi di default per l'apertura dei dischi (VLC usa di
default la lettere D:), mentre agendo su Interface, General si
può modificare la lingua impostata in automatico da VLC per i menu. Per
salvare le modifiche apportate cliccate su Registra.

Alcune opzioni possono essere più facilmente settate cliccando su Impostazioni,
Extended GUI per modificare al volo le regolazioni più usate
per audio, video ed equalizzatore.

Le skin
L'interfaccia finora presentata è efficiente ma non bellissima,
e proprio a questo proposito i programmatori di VLC hanno creato una nuova interfaccia
(Skins2) che supporta la gestione delle skin.

Per prima cosa si devono scaricare dal sito di videolan le skin volute salvandole
(hanno estensione .vlt) nella cartella skins all'interno del percorso
di registrazione di VLC (tipicamente “C:/programmi/ videolan/vlc”).

Per visualizzarle si deve poi cliccare su Impostazioni, Cambia
interfaccia
e scegliere Skins2. Fatto questo si apre la skin di
default per modificare la quale si deve cliccare su un punto qualsiasi col tasto
destro del mouse, quindi su Seleziona skin e scegliere quella voluta
(molto belle la iTunes e la winamp).

La skin scelta viene memorizzata, però per usarla al prossimo riavvio
si deve cliccare su Start, Programmi, Videolan, VLC
media player
(skin) dal momento che l'icona presente di default sul
desktop avvia l'interfaccia wxWindows e non la skins2.

Il suggerimento, se vi piace usare le skin, è di portare sul desktop
il collegamento appena indicato.

Un limite delle skin è la gestione delle playlist: non è infatti
possibile, almeno per il momento, salvare o aprire delle playlist usando queste
interfacce.

Carta
d'identità
Software: VideoLAN VLC Media Player
Categoria: Video
Versione: Freeware
Lingua: Italiano
Spazio su
HD:
26,3 MB
S.O. Win 9x, ,ME, NT, 2000, XP
Difficoltà d'uso: ***
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here