VentureEU, così l’Europa sostiene le startup

Dopo l’iniziativa per l’intelligenza artificiale, l’Europa si muove anche in direzione delle startup. La Commissione europea e il Fondo europeo per gli investimenti (Fei) hanno lanciato un programma paneuropeo di fondi di capitali di rischio (VentureEu) volto a stimolare gli investimenti nelle startup e scaleup innovative in tutta Europa.

Commissione e Fei hanno annunciato la partecipazione di sei fondi che riceveranno il sostegno Ue per investire nel mercato europeo dei capitali di rischio.

Sostenuti da finanziamenti europei per un valore di 410 milioni di euro, i fondi sono finalizzati a raccogliere fino a 2,1 miliardi di investimenti pubblici e privati che a loro volta dovrebbero portare a circa 6,5 miliardi di nuovi investimenti nelle startup e nelle scaleup innovative in tutta Europa, raddoppiando così il totale dei capitali di rischio attualmente disponibili nel continente.

Venture Ue dovrebbe dare accesso a 1.500 startup

Nel 2016 il capitale di rischio investito nell'Ue è stato di circa 6,5 miliardi di euro, contro i 39,4 miliardi investiti negli Stati Uniti. I fondi di capitale di rischio in Europa hanno inoltre dimensioni troppo ridotte: 56 milioni di euro in media, rispetto ai 156 milioni negli Stati Uniti. Gli investitori di capitali di rischio si spostano di conseguenza verso ecosistemi nei quali hanno maggiori possibilità di crescere rapidamente.

Alla fine del 2017, 26 società dell'UEavevano raggiunto una valutazione di mercato superiore a 1 miliardo, considerata eccezionale, contro le 109 degli Stati Uniti e le 59 della Cina. Secondo le stime VentureEe dovrebbe dare accesso a circa 1500 fra startup e scaleup in tutta Europa.

I sei fondi investiranno in una serie di fondi più piccoli e ognuno finanzierà progetti in almeno quattro paesi europei.

Tali piccoli fondi di investimento contribuiranno al finanziamento di startup a media capitalizzazione in vari settori come le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, digitale, scienze della vita, tecnologie mediche e l'efficienza energetica e delle risorse.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome