Vendite previste in calo per St Microelectronics

L’italo-francese St Microelectronics ha annunciato di prevedere un calo del 9% nelle vendite per il primo trimestre fiscale di quest’anno. Si tratta di una conseguenza diretta del calo della domanda, dovuta al fatto che i produttori di pc e prodotti di …

L'italo-francese St Microelectronics ha annunciato di prevedere un
calo del 9% nelle vendite per il primo trimestre fiscale di
quest'anno. Si tratta di una conseguenza diretta del calo della
domanda, dovuta al fatto che i produttori di pc e prodotti di
elettronica di consumo (a loro volta alle prese con una tendenza
analoga) stanno liberando i magazzini, piuttosto che acquistare nuovi
prodotti.
Il produttore di microprocessori, comunque, appare in buona salute,
poiché il quarto trimestre 2000, da poco consuntivato, ha visto gli
utili balzare a 462 milioni di dollari, dai 184 milioni dell'anno
precedente, soprattutto grazie alla domanda generata dal settore dei
telefonini. Per l'intera annata, l'azienda, secondo Dataquest, è
quella che ha mostrato il maggior tasso di crescita, facendo meglio
anche di Intel e Texas Instruments. Il fatturato è stato di 7,81
miliardi di dollari, contro 506 miliardi del 1999, mentre i profitti
sono passati da 547 milioni a 1,45 miliardi di dollari.
Tuttavia, a fronte delle previsioni al ribasso, St Micro ha deciso di
ridurre gli investimenti annui a 2,5 miliardi di dollari, contro i
3,3 dell'anno passato. Gli analisti, peraltro, prevedono per il
comparto dei semiconduttori una crescita inferiore al 10% nel 2001.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here