Unisys perde soldi ma non l’ottimismo

Cifre non buon per l’ultimo trmestre della casa americana. Ma il riorientamento sui servizi lascia presagire un recupero in tempi non lunghi.

Unisys ha riportato una perdita netta su un fatturato in calo nell'ultimo trimestre del precedente anno fiscale, ma nutre una certa fiducia nella capacità di migliorare nettamente la propria situazione finanziaria nel corso della seconda metà del 2002. L'ultima perdita registrata, nel frattempo, inclusiva dei 204 milioni di dollari dopo le tasse in costi di dismissione di 3.750 dipendenti, è pari a 169,4 milioni di dollari. Un anno fa nello stesso periodo Unisys aveva guadagnato un utile di 39,1 milioni. Il fatturato subisce una contrazione vicina al 20%, scendendo da 1,93 a 1,56 miliardi di dollari in seguito alle mancate vendite di sistemi informatici.

Lo scorso anno Unisys aveva tra l'altro sospeso le attività commerciali sui pc e i sistemi a margine ridotto, che erano stati responsabili del calo di fatturato. Oggi l'azienda è molto più orientata sui servizi, che valgono ormai il 74% del giro d'affari. Escludendo gli oneri, il trimestre si chiude con un profitto di 34,4 milioni, contro 129,2 di dodici mesi prima. Il bilancio 2001 si chiude così con una perdita netta di 67,1 milioni contro l'utile di 225 del 2000.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome