Una triade di big al… Via sui cluster

Compaq, Intel e Microsoft hanno rilasciato le specifiche della versione1.0 di Via (Virtual Interface Architecture), uno standard destinato amigliorare l’interconnessione fra cluster di server.

L'interesse attorno al mondo dei sistemi cluster sta crescendo a vista
d'occhio. Lo testimonia lo sforzo congiunto di tre pesi massimi del calibro
di Intel, Compaq e Microsoft, giunti al termine di una fase di lavoro che
ha portato alla definizione di uno standard per l'interconnessione ad alta
velocità per i cosiddetti System Area Network (San), generalmente composti
da piccoli gruppi di server in cluster. Le specifiche di Via (Virtual
Interface Architecture) riguardano il design sia dell'hardware che del
software e si propone di ottimizzare le prestazioni di database e scambio
di dati fra piccoli gruppi di macchine "a grappolo", generalmente dedicate
a una medesima applicazione e, quindi, bisognose di comunicazioni più
frequenti e rapide, con numerosi messaggi destinati a passare fra i vari
nodi.
La versione 1.0 di Via consentirà ai vendor anche di realizzare schede di
interfaccia di rete e switch esterni ottimizzati per cluster di server.
Questi dispositivi potranno poi essere scalati per far lavorare un alto
numero di server in gruppo, con latenza minima. Oltre al terzetto citato,
altri costruttori come Ibm, Hewlett-Packard e Dell hanno fornito contributi
per lo standard e supporteranno il protocollo risultante. Lo standard è
stato presentato come indipendente da mezzi, processori o sistemi
operativi, anche se la composizione della partnership lascia intendere che
saranno privilegiate le macchine che ospitano l'abbinata Pentium-Windows
Nt. I primi prodotti con le nuove specifiche sono attesi per la metà del
1998. Anche i costruttori di database dovrebbero adattare i rispettivi
prodotti per beneficiare della migliorata efficienza in architetture
cluster.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here