Una memoria a 64 bit per Sql Server 7

La nuova versione del database di Microsoft dovrebbe dimostra le capacita dell’azienda di soddisfare le esigenze degli utenti di data wartehouse. Dunque, serve piu memoria…

Per meglio supportare i data warehouse, Microsoft ha deciso di aggiungere
il supporto dei 64 bit di memoria sulla prossima release di Sql Server, gi=
à
conosciuta con il nome in codice Sphinx e disponibile nella seconda metà
del 1997. Si tratta di un'accelerazione nei piani di Microsoft, che
inizialmente prevedeva di compiere la mossa nel 1998. L'obiettivo è di
abilitare il proprio database al supporto di grandi quantità di dati, in
tempi il più possibile rapidi.
Sql Server girerà su Windows Nt, sistema a 32 bit, ma il supporto della
memoria non dovrebbe dipendere dall'ambiente. Occorono alcuni "ganci" per
riuscirci. Si arriva così a una "pseudo" implementazione dei 64 bit, che
avvicina, senza ovviamente ragiungerli, i risultati che si ottengono con Os
nativi a 64 bit.
Questa novità, comunque, porterà altri giovamenti a Microsoft. La memori=
a
a 64 bit, infatti, fornisce una data cache assai più ampia dei 2 Gb
attualmente concessi da Sql Server; ampliando così la capacità di gestir=
e
quantiàtà di dati, che potrebbero superare il terabyte. Per altre
informazioni su Sql Server 7, si consiglia di consultare l'articolo del
numero 9 di "Linea Edp", disponibile su questo stesso sito, selezionando
"Ultimo numero uscito" dalla home page.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here